Emergenza Conoravirus, le tre buone notizie che arrivano da Terni città e provincia

I dati della Regione Umbria confortano e rafforzano il trend discendente. Le ulteriori restrizioni adottate sono necessarie per rafforzare il messaggio e starsene in casa

foto di repertorio

“Chiusura di tutte le attività commerciali, ivi compresi gli esercizi di vicinato, le medie e grandi strutture di vendita ed i centri commerciali, nelle giornate di domenica 12 e lunedì 13 aprile ad esclusione delle farmacie, parafarmacie ed edicole qualora queste due ultime attività siano esercitate in locali indipendenti”. L’ordinanza emessa dalla presidente della regione dell’Umbria Donatella Tesei rafforza un concetto basilare quanto importante: le festività non devono distogliere dall’obiettivo primario di limitare il contagio e proseguire il trend discendente. Sono tre le buone notizie che emergono dalla giornata odierna e le andiamo ad enunciare

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Diminuzione di nuovi positivi a Terni e provincia. Sono appena nove nonostante un numero di tamponi molto elevato (+1064 dato regionale). Importantissimo rimarcare che si tratta del rapporto più basso (positivi/tamponi ndr) emerso fin qui.
  • Rafforzamento del trend discendente da quattro giorni. Ieri il numero di Covid+ a Terni e provincia quasi doppiava quello di Perugia per la presenza di tredici pazienti (su quindici complessivi ndr) risultati positivi a Porano e Giove. Sono i due comuni monitorati dalle autorità preposte i quali hanno il tasso più elevato tra numero di positivi e mille abitanti di tutta la regione.
  • A Terni città la situazione è stabile nonostante l’aumento delle rilevazioni. Domenica si era toccata quota di 100 positivi totali (computando guariti e decessi). A quattro giorni di distanza l’incremento è di due unità.

E’ quantomeno necessario, fondamentale ed evidente rimarcarlo. Non abbassare la guardia e non farsi ingolosire dalle belle giornate. Restiamo a casa e contribuiamo tutti per una giusta causa: tornare a respirare libertà un domani che, speriamo, non sia tanto lontano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento