rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca Acquasparta / Via Tiberina

Razzia di oro rosso, la gang del rame torna a colpire: gli indizi delle telecamere

Il colpo messo a segno da Edilcasa Landi, è il secondo in pochi mesi. Videosorveglianza e lavori stradali potrebbero risultare fatali ai ladri

Il colpo è stato messo a segno nella notte a cavallo fra martedì e mercoledì. Obiettivo del furto rame e ottone, con particolare attenzione al cosiddetto “oro rosso”. Metallo prezioso che i ladri avevano già razziato lo scorso mese di gennaio. Svaligiando sempre lo stesso rivenditore: la Edilcasa Landi di Acquasparta, sulla via Tiberina.

Stavolta però videosorveglianza e cantieri stradali potrebbero fornire qualche elemento in più ai carabinieri che si stanno occupando del caso. L’idea è che la gang – specializzata in questo genere di furti – sia composta da almeno tre persone. Che l’obiettivo sia stato studiato a fondo nelle ultime settimane. Ma che nella preparazione i banditi abbiano potuto commetter qualche leggerezza.

Anzitutto c’è un sistema di telecamere interno all’azienda che potrebbe fornire elementi utili. E poi c’è un altro dettaglio. In quella zona, la E45 è interessata da una serie di cantieri che potrebbero avere spinto la gang a seguire un percorso obbligato. E magari a passare davanti ad una delle telecamere che sorvegliano proprio la Tiberina. Qualche fotogramma potrebbe insomma fornire agli investigatori quella tessera che serve a completare il mosaico. Per dare così un volto alla gang del rame.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia di oro rosso, la gang del rame torna a colpire: gli indizi delle telecamere

TerniToday è in caricamento