menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caccia ai giocattoli pericolosi, i controlli della Camera di commercio

Sostanze nocive e parti a rischio, le ispezioni dei tecnici di piazza dell’Orologio. Piandoro: attività a difesa dei consumatori

Sostanze pericolose, pezzi che potrebbero staccarsi ed essere ingoiati dai bambini – soprattutto da quelli più piccoli – documenti non in regola. La Camera di commercio di Terni dà la caccia ai giocattoli fuori legge.

Le ispezioni rientrano nell’accordo nazionale, siglato da Unioncamere e ministero dello Sviluppo economico alla fine dell’estate, in base al quale alcuni prodotti acquistati nelle aziende commerciali del territorio italiano verranno testati in appositi laboratori e sarà, quindi, verificato il rispetto delle norme di sicurezza e la rispondenza dei risultati con quanto dichiarato nelle etichette di commercializzazione da parte delle aziende.

“Stiamo facendo i sopralluoghi - spiega Giuliana Piandoro, segretario generale della Camera di commercio di Terni - ed al momento l’attività si sta concentrando sui giocattoli. Si tratta di verifiche a difesa dei consumatori”.

L’ente camerale ha allestito una equipe composta da un ispettore e un assistente. La squadra svolge un sopralluogo nelle attività commerciali individuate e procede con il prelievo dei prodotti che poi vengono analizzati per testarne la qualità e la rispondenza agli standard di sicurezza. In particolare si verifica che i giocattoli non rilascino sostanze tossiche oppure non abbiano piccole parti che potrebbero staccarsi ed essere ingoiate. Ai controlli tecnici si affianca una verifica documentale per accertare la provenienza dei prodotti.

Le verifiche saranno concluse entro l’anno. Dopo i giocattoli (dai peluche agli apparecchi radiocomandati) le ispezioni interesseranno altre categorie merceologiche, dai piccoli elettrodomestici alla maglieria. Nel caso di violazioni, i prodotti incriminati saranno tolti dal mercato e per i produttori ed eventualmente i distributori scatteranno le segnalazioni e le necessarie sanzioni amministrative.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento