rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

Ucraina, Terni e Polino: "Pronti ad accogliere le famiglie in fuga dalla guerra”

La disponibilità del sindaco Leonardi Latini e degli altri primi cittadini della Lega Umbria: “Di fronte a una tragedia umanitaria come questa, siamo tutti chiamati a fare la nostra parte per garantire sostegno e assistenza”

Nelle stesse ore in cui i primi profughi cominciano ad arrivare in Italia, i sindaci della Lega Umbria si dicono “Pronti ad accogliere famiglie in fuga dalla guerra”.

Tra ieri sera e questa mattina, un centinaio di ucraini, tra cui diverse donne e una bambina di nove mesi, sono arrivati a Trieste e Piacenza a bordo di due bus, diretti prevalentemente a casa di famigliari e conoscenti in Italia. Si tratta, purtroppo, soltanto dell’inizio di un grande esodo di persone in fuga dalla guerra che sta devastando il Paese.

“Siamo pronti a fare la nostra parte e ad accogliere le famiglie ucraine in fuga dalla guerra”, fanno sapere in una nota i sindaci della Lega Umbria tra cui anche il primo cittadino di Terni, Leonardo Latini, oltre a Manuel Petruccioli, responsabile enti locali (Giano dell’Umbria) Stefano Zuccarini (Foligno), Luca Carizia (Umbertide), Francesca Mele (Marsciano), Virginio Caparvi (Nocera Umbra), Fabrizio Gareggia (Cannara), Remigio Venanzi (Polino).

“Le nostre comunità si stringono intorno al dolore del popolo ucraino che sta affrontando i giorni più bui - proseguono i sindaci leghisti - Di fronte a una tragedia umanitaria come questa, siamo tutti chiamati a fare la nostra parte per garantire sostegno e assistenza. Informeremo i prefetti di Perugia e di Terni della nostra disponibilità a offrire piena collaborazione al Governo in vista dei numerosi arrivi previsti sul territorio italiano e mettiamo a disposizione le nostre strutture per ospitare i profughi in fuga dalla guerra, con particolare attenzione a donne e bambini. Esprimiamo preoccupazione per l’evolversi della situazione - concludono - Auspichiamo con forza il cessate il fuoco e il ritorno al confronto diplomatico”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, Terni e Polino: "Pronti ad accogliere le famiglie in fuga dalla guerra”

TerniToday è in caricamento