Cronaca

“Ti auguro di morire male”, anche una donna di Terni tra gli autori della campagna d’odio contro Mattarella

Indagine della polizia coordinata dalla procura di Roma: undici indagati in tutta Italia per insulti, minacce e offese contro il presidente della Repubblica

“Armiamoci e andiamo ad ammazzare quel figlio di t.”, “ti auguro di morire male”, “non vedo l’ora che ci sia il tuo funerale”, “pezzo di m. ti voglio vedere morto”.

Insulti, minacce, offese per una vera e propria campagna d’odio contro diverse figure istituzionali, tra cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, esplosa in modo particolarmente violento “soprattutto a seguito delle misure adottate per il contenimento della pandemia”.

C’è anche una donna di Terni di cinquant’anni tra le undici persone indagate dalla procura della Repubblica di Roma, finite sotto inchiesta per l’ipotesi di reato di offesa all’onore e al prestigio del capo dello Stato.

L’indagine è stata condotta dal personale della direzione centrale della polizia di prevenzione, dal servizio della polizia postale e delle comunicazioni e dalla Digos di Roma, coordinato dai magistrati della procura capitolina. Gli investigatori della polizia hanno proceduto in diverse zone d’Italia a perquisizioni e sequestri di apparecchi digitali con i quali sarebbero stati postati commenti ingiuriosi anche nei confronti del presidente Mattarella.

Seco do quanto ricostruito dagli inquirenti, la maggior parte degli insulti sarebbe riconducibile al periodo del primo lockdown e dunque alle restrizioni imposte per contenere la diffusione del Coronavirus.

La polizia fa dunque riferimento a persone “residenti in varie località del territorio nazionale” che avrebbero avuto “un ruolo significativo nella campagna d’odio veicolata sul web anche attraverso gravi minacce, nei confronti di numerose figure istituzionali ed in particolar modo del Presidente della Repubblica, soprattutto a seguito delle misure adottate per il contenimento della pandemia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ti auguro di morire male”, anche una donna di Terni tra gli autori della campagna d’odio contro Mattarella

TerniToday è in caricamento