Inseguimento sull’Autosole, presi i banditi della rapina a Malfondo

Il colpo nell’ufficio postale dello Spoletino messo a segno fingendosi finanzieri. Intercettati e bloccati tra Orte e Roma dalle pattuglie della polizia stradale di Terni, Orvieto, Viterbo e Roma. Avevano una pistola col colpo in canna

La polizia stradale ha inseguito e bloccato tre rapinatori che, fingendosi finanzieri, stavano fuggendo sull’autostrada da Orte verso Roma, dopo aver rapinato l’ufficio postale di Malfondo, nel Comune di Spoleto.

Facendosi passare come personale della guardia di finanza, i malviventi si erano introdotti nell’ufficio postale con la scusa di dover effettuare un controllo sull’autenticità delle banconote in cassa. Una volta all’interno della struttura, però, avevano portato a termine la rapina, fuggendo con un bottino di oltre ventimila euro.  Per far perdere le loro tracce avevano anche cambiato autovettura, salendo a bordo di un’auto “pulita”.

Poco dopo il colpo, l’auto con i fuggitivi veniva intercettata dalle pattuglie della polizia stradale impegnate in un dispositivo di controllo al casello di Orte.

Gli equipaggi della Stradale di Terni, Viterbo, Orvieto e Roma Nord coordinati dal centro operativo polizia stradale di Roma, facevano rallentare il traffico in sicurezza fino a bloccarlo per poi accerchiare l’auto dei rapinatori e arrestarli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella sottosezione di Roma Nord, gli agenti perquisivano l’auto rinvenendo parte della refurtiva, un distintivo della guardia di finanza, un taglierino, berretti per nascondere parte del viso e soprattutto una pistola pronta all’uso, con il colpo in canna, che risultava essere stata rubata ad una guardia giurata nel corso della rapina del furgone portavalori, avvenuta lo scorso giugno a Roma.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento