La rete della solidarietà anti-Covid cresce, Azione Cattolica Giovani aiuta con la spesa: avviata anche una raccolta fondi

Tutte le somme che vi confluiranno saranno destinate ad acquisti di prodotti alimentari a vantaggio di persone e famiglie segnalate da parroci della diocesi e da soggetti accreditati

Al fine di attenuare le numerose difficoltà dovute alle limitazioni della libertà di spostamento delle persone imposte dall’emergenza causata dalla diffusione del Covid19, fin da subito, il settore giovani dell’Azione Cattolica diocesana di Terni Narni Amelia (unitamente a persone di altre organizzazioni e movimenti ecclesiali, in particolare i giovani del cammino neocatecumenale e dell’Agesci) ha dato vita ad un servizio volontario e gratuito di consegna a domicilio della spesa alimentare per persone al di sopra dei 65 anni di età o affette da serie patologie.

Sull’argomento interviene il presidente dell’Azione Cattolica diocesana, Luca Diotallevi: “Nel corso di tale servizio - spiega - sono emerse alcune criticità rappresentate da famiglie o individui che, non solo non sono in grado di recarsi fisicamente a fare la spesa, ma che non sono neppure dotati dei mezzi economici per soddisfare il fabbisogno alimentare quotidiano. Allo stesso tempo è emersa anche la disponibilità di numerose altre persone o organizzazioni a contribuire con donazioni monetarie per offrire una risposta a questo tipo di difficoltà”.

“Tale disponibilità, rappresentata personalmente o per scritto, ci è parsa testimone di un rilevante senso civico e di un desiderio di condivisione che richiedevano di essere colti. Pertanto, questa associazione ha deciso di creare un conto corrente (intestato ad Azione cattolica TNA - Covid19 (BANCO BPM iban: IT08 G 05034 14400 000000004133), causale del versamento: SpesaACasa) in maniera da comunicarlo a tutti coloro che dovessero manifestare l’intenzione di aiutare, con donazioni in denaro, le persone in difficoltà. Tutte le somme che vi confluiranno saranno destinate ad acquisti di prodotti alimentari a vantaggio di persone e famiglie segnalate da parroci della diocesi e da soggetti accreditati (quali San Vincenzo, gruppo “discernimento rapido” della AC diocesana, Caritas diocesana, realtà caritative parrocchiali)”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sarà nostra cura custodire e rendere pubblica sul nostro sito ufficiale la completa rendicontazione degli importi accreditati e delle spese sostenute, periodicamente. Si provvederà, altresì ad estinguere detto conto quando la situazione emergenziale conclusa lo renderà possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento