Sosta selvaggia a Terni, giro di vite del Comune: controlli a tappetto in tutta la città

Palazzo Spada dice “basta” alle auto lasciate su marciapiedi, rampe per i disabili o nelle aree pedonali. L’assessore Francescangeli: più controlli anche per i proprietari dei cani

Sedici settembre 2019. Gli automobilisti indisciplinati dovrebbero segnarsi questa data in agenda. Perché dalla prossima settimana scatta il giro di vite volute dal Comune di Terni contro la sosta selvaggia e anche contro chi, in barba alle regole, lascia che il proprio cane faccia ovunque i suoi bisogni, senza preoccuparsi di ripulire.

“Il progetto Terni città civile lanciato nelle scorse settimane non riguarda solo il decoro urbano, la gestione dei rifiuti, ma anche i comportamenti degli automobilisti sulle strade e nelle piazze di Terni”, dice l’assessore alla polizia municipale Sara Francescangeli. “Noi crediamo che anche a Terni, come già avviene in tutte le città civili, sia necessario far rispettare le regole e le normative del codice della strada. Purtroppo, negli ultimi anni, la situazione è letteralmente degenerata. Assistiamo sempre più spesso alla pratica del parcheggio selvaggio, con auto in doppia o tripla fila, che intralciano i passaggi pedonali, o gli scivoli per i disabili lungo i marciapiedi, oppure che vengono lasciate per ore nelle aree pedonali senza alcuna giustificazione, addirittura attaccate alle panchine, causando danni frequenti e la necessità d’intervenire con costose manutenzioni. Infine ci sono anche parecchi automobilisti che abusano dei permessi di circolazione”.

L’assessore annuncia dunque di avere dato disposizione alla polizia municipale “di intervenire in maniera energica su queste situazioni, specie quando la violazione è palese e ci sarebbero facili alternative per effettuare parcheggi regolari. Interventi più severi sono stati chiesti anche per quel che riguarda la gestione degli animali d’affezione, in particolare per la conduzione dei cani e l’obbligo di raccolta delle loro deiezioni”.

L’obiettivo non è però quello di fare cassa, soprattutto in considerazione del fatto che “i ternani sono già vessati dal buco di bilancio lasciato dalle precedenti amministrazioni”. Per questo l’assessore sottolinea di avere ritenuto “giusto” avvisare con un certo anticipo tutti i cittadini. “Le nuove disposizioni infatti non comporteranno interventi da subito, ma dalla prossima settimana. Ci sarà dunque tempo per prenderne consapevolezza e modificare i propri comportamenti, considerando che in ballo non c’è solo il formale rispetto delle regole, ma anche la possibilità di vivere in una città più ordinata e più bella. Al tempo stesso, attraverso il Pums e in accordo con gli altri assessorati, competenti stiamo lavorando per migliorare viabilità e parcheggi in città e per far sì che sempre più cittadini possano scegliere di utilizzare altri sistemi di mobilità per muoversi in centro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo su Terni e provincia, allagamenti e disagi: donna al sicuro prima dell'arrivo della piena

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Maltempo a Terni, fiume Nera a rischio esondazione: peggioramento nelle prossime ore

  • Incidenti stradali, a Terni il triste primato delle strade più pericolose dell’Umbria: ecco quali sono

  • Pericoli a Terni, la buca più ‘chiacchierata’ della città diventa un simbolo

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

Torna su
TerniToday è in caricamento