Ondata di furti, le tracce portano in Campania: scoperta banda specializzata

Nove colpi messi a segno negli ultimi 20 giorni nel Narnese, le indagini dei carabinieri: parte della refurtiva ritrovata nel Napoletano. Scattano le denunce a carico di una gang che ha colpito sia in Lazio che in Umbria

Nove furti in venti giorni. Sei quelli messia segno, tre quelli sventati, concentrati soprattutto nella zona della Flaminia ternana, che hanno fatto finire nel bottino dei malviventi furgoni e apparecchiature per la lavorazione di ferro e materie prime. Un allarme crescente tra cittadini e imprenditori che ha fatto scattare la controffensiva dell’arma dei carabinieri che hanno così messo in campo servizi specifici di controllo e contrasto con pattuglie e militari in abiti civili.

Attività che hanno cominciato a portare qualche frutto visto che i carabinieri di Amelia e Narni, in collaborazione con i colleghi campani, sono riusciti a rintracciare parte della refurtiva nel Napoletano, potendola così restituire ai legittimi proprietari.

L’attività investigativa ha però anche permesso di risalire alla possibile banda, specializzata nei furti e che avrebbe messo a segno blitz sia in Umbria che nel Lazio. Al termine degli accertamenti, i presunti responsabili saranno denunciati all’attività giudiziaria, ma questo non chiuderà la partita.

L’Arma sta infatti rafforzando il dispositivo di controllo, predisponendo posti di blocco e verifiche mirate in particolari orari della giornata e su specifiche vie di comunicazione visto che l’idea che si sta rafforzando è quella di pendolari del crimine che studiano i bersagli ed entrano in azione, spostandosi poi fuori regione per rimettere in circolo la refurtiva.

Particolare attenzione viene riservata anche alla prevenzione di furti in appartamento. La scorsa settimana una casa ad Amelia è stata svaligiata di gioielli e denaro contante. I malviventi, approfittando della temporanea assenza della padrona di casa, hanno forzato una finestra ed hanno fatto razzia nell’appartamento. Tutto questo, probabilmente dopo avere studiato l’obiettivo agendo nel momento in cui erano sicuri che nessuno li avrebbe disturbati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento