Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Operazione anti droga "Alì Park", chiesto rito abbreviato per 9 imputati e oltre 70 anni complessivi di carcere

L'operazione anti droga ha sgominato un traffico di stupefacenti fra il Pakistan e Terni. La base logistica era un money transfer della stazione

Sono 9 gli imputati coinvolti nell'operazione anti droga "Alì Park", che nel mese di settembre 2020 aveva sgominato un traffico internazionale di stupefacenti che dal Pakistan venivano fatti recpaitare fino a un money transfer ubicato vicino alla stazione di Terni, grazie a particolari processi chimici di plastificzione delle sostanze che venivano nascoste all'interno di doppi fondi dei trolley. Giunta sul territorio italiano, la droga veniva poi rielaborata da un esperto chimico dell'organizzazione, tagliata e distribuita anche fuori regione. 

Il decimo imputato, il 46enne originario del Pakistan e capo dell'organizzazione, Shahid Khan, verrà invece giudicato con rito ordinario. Le richieste che sono state formulate lo scorso venerdì 19 marzo dal pubblico ministero, Pietro Petrazzini, della direzione distrettuale antimafia di Perugia. 

Il magistrato ha avanzato più di 70 anni complessivi di reclusione per i 9 imputati e così distribuiti: 14 anni per Yousaf Ur Rehman (59 anni pakistano), 12 anni per Khalil Ullah (29 anni pakistano), 10 anni e 8 mesi per Zubair Ullah (38 anni pakistano), 10 anni e 8 mesi per Zahir Ul Haq (45 anni pakistano). 10 anni Godwin Junior Nwaoha (31 anni ngeriano), 10 anni per Renzo Saggiorato (51 anni bolognese), 5 anni per Larbi Mohamed Khemiri (30 anni tunisino). La prima udienza, con molta probabilità, potrebbe già essere fissata dal gip di Perugia Valerio D'Andria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione anti droga "Alì Park", chiesto rito abbreviato per 9 imputati e oltre 70 anni complessivi di carcere

TerniToday è in caricamento