menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rave party abusivo, 'invasione' di centinaia di ragazzi: la Polizia ferma il festino e scattano le denunce

Al ritrovo hanno preso parte giovani da tutta Italia, la 'festa' dentro un vecchio capannone industriale abbandonato da anni nel Comune di Giove - FOTOGALLERY


La ‘festa’ andava avanti da sabato scorso. Un rave party, ovvero un ritrovo che solitamente i giovani organizzano in modo segreto scegliendo un posto e scambiandosi le informazioni sulla Rete.

Questa volta è stato scelto un capannone che si trova nel Comune di Giove. Centinaia di ragazzi giovanissimi giunti da ogni parte d’Italia che hanno organizzato il rave in un capannone industriale dismesso da anni, vicino anche da trovare, a due passi dall’autostrada.

La musica andava avanti senza interruzione ormai da diverse ore, a tutto volume, tanto da far scattare le proteste dei vicini. La zona è stata letteralmente invasa da auto e camper, dentro l’area del festino c’erano pure zone dove mangiare e bere.

Un tam tam di voci che si è diffuso a macchia d’olio con centinaia di persone che alla fine hanno invaso la zona per il party che di fatto non è mai stato autorizzato. Proteste e denunce hanno così fatto scattare subito l’allarme alla polizia.

E’ stato subito disposto lo sgombero del rave party abusivo. L’operazione di polizia è stata disposta dal questore di Terni d’intesa con il prefetto. In poco tempo è stato effettuato lo sgombero del capannone. Sono stati impiegati circa 100 uomini delle forze dell’ordine. Ai partecipanti sono stati contestati i reati di ‘invasione di edificio esercizio abusivo di attività di pubblico spettacolo, disturbo alla quiete delle persone’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento