menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“C’è una persona in fiamme”, giovane operaio si dà fuoco per amore

Dramma a Ficulle, nell’Orvietano. Dopo la serata con gli amici, esce dal bar e si cosparge di benzina. Ora è in coma al Centro grandi ustionati di Roma. Indagano i carabinieri. Il sindaco Maravalle: persona solare, grande sconforto

Dramma nella serata di ieri, venerdì 3 gennaio, nel piccolo centro di Ficulle, comune dell’Orvietano. Un operaio trentenne si è infatti cosparso il corpo di liquido infiammabile per poi darsi alle fiamme. Ora è ricoverato presso il Centro grandi ustionati di Roma, in coma.

È successo tutto intorno alle nove di sera. Il giovane ha salutato la comitiva di amici ed è uscito dal bar dove aveva trascorso qualche momento in compagnia. Qualche minuto dopo, una persona è entrata nel locale lanciando l’allarme: “C’è una persona in fiamme”. Gli amici dell’operaio si sono precipitati subito fuori dal bar ed hanno cercato di bloccare il propagarsi delle fiamme a mani nude e poi usando asciugamani ed accappatoi bagnati.

Durante questo primo tentativo di soccorso, è stata chiamata un’ambulanza del 118 che ha trasferito il trentenne all’ospedale di Orvieto. Da qui, con l’elisoccorso il giovane è stato trasportato nella Capitale. Attualmente è in coma, in prognosi riservata. I medici stanno valutando le sue condizioni per capire se e come intervenire chirurgicamente nelle prossime ore.

Sulla dinamica dei fatti stanno indagando i carabinieri di Orvieto. Nessuno ha visto l’operaio cospargersi di liquido infiammabile né darsi fuoco. L’ipotesi più accreditata è che il gesto sarebbe maturato per ragioni di tipo sentimentale dopo la fine della storia con la ex moglie, che abita a poca distanza dal bar teatro dei fatti.

“Siamo una piccola comunità – dice il sindaco di Ficulle, Gianluigi Maravalle – e questo fatto ci colpisce molto. Il ragazzo è conosciuto da tutti come una persona estremamente solare. Questo gesto nasce probabilmente da un momento di profondo sconforto”.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento