Esodo estivo senza disagi, l'Anas riapre al traffico la galleria Valnerina

La chiusura era stata disposta a febbraio per problemi alla parte superiore del tunnel, i lavori proseguiranno e saranno ultimati a settembre. Liberati attacca (M5S): "Costata come un'autostrada"

Riapre la galleria Valnerina

Riaprirà domani, venerdì 20 luglio,  la galleria “Valnerina”, lungo la strada statale 79bis “Ternana”. Lo aveva anticipato il mese scorso Anas al ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Danilo Toninelli, che si era impegnato a riaprire la strada al traffico entro il mese di luglio. "Gli interventi di ripristino fino ad oggi eseguiti - spiegano da Anas - consentono infatti di proseguire i lavori anche in presenza di traffico". Il completamento dei lavori è comunque previsto entro settembre

Il transito sarà consentito in entrambe le direzioni con velocità massima temporaneamente ridotta a 50 km/h. È inoltre al momento vietato il transito ai mezzi che trasportano merci pericolose. 

La chiusura era stata disposta da Anas lo scorso 9 febbraio a causa di un’anomalia riscontrata nella funzionalità di una porzione della soletta che delimita la sezione superiore del tunnel, dedicata al passaggio delle condotte di aereazione nonché al transito pedonale in caso di evacuazione. I tecnici Anas avevano rilevato, in particolare, un limitato abbassamento della soletta stessa, dovuto al malfunzionamento del suo sistema di sostegno. Anas aveva quindi immediatamente avviato gli interventi di ripristino e messa in sicurezza della porzione interessata disponendo, al contempo, una campagna di approfondite indagini tecniche nel resto del tunnel, lungo circa 3,7 chilometri. Dai controlli, adeguati alla complessità del caso e condotti da tecnici incaricati con l’ausilio di laboratori specializzati nella diagnostica, era emersa la necessità di intervenire sul tratto oggetto di abbassamento al fine di assicurarne la completa funzionalità e prevenire il ripetersi dell’anomalia anche sui restanti campi di solette con interventi che ne aumentassero il grado di sicurezza. Sulla base dei risultati degli accertamenti eseguiti, Anas ha quindi realizzato il progetto e avviato le procedure di affidamento dei lavori, studiando una soluzione tecnica che potesse consentire un’apertura parziale prima delle grandi partenze estive.

Liberati (M5S): "Costata come un'autostrada"

"Siamo in attesa di interventi risolutivi su problemi che, come per le rampe di Terni Est, le gallerie Tescino e Valnerina, non dovevano nemmeno lontanamente presentarsi", commenta il consigliere regionale del M5S, Andrea Liberati. "Ora però ci sarà un salto di qualità: al riguardo, tra pochi giorni, dimostreremo per tabulas come ogni chilometro di questa superstrada a due corsie sia incredibilmente costato quanto un'autostrada a quattro, con il raddoppio degli importi previsti e tanto altro. Perciò, pure assieme a senatori e deputati M5S, consegneremo al ministero delle Infrastrutture e alla stampa una serie di anomalie relative alla Terni-Rieti, voluta scientemente laddove è oggi, mentre si erano già spesi decine di milioni su diverso tracciato, parzialmente realizzato e collocato al centro della Conca Ternana. Una superstrada fatta, invece, passare sotto una discarica siderurgica, tagliando poi la pregiata Valnerina, proprio a un passo dalla Cascata delle Marmore, volendo infine congelare/spostare addirittura l'alveo del fiume Velino per poi ovviamente riprogettare tutto e comunque lasciare le cose ancora a metà, quasi 15 anni dopo l'assegnazione della gara.Una vergogna assoluta, meritevole di ben altri approfondimenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento