Città al setaccio nel weekend, chiusi due locali notturni

Controlli straordinari, in un campo una task force interforze: giù le serrande per un night club del centro e un circolo privato di via Carrara, identificate 140 persone e 130 veicoli

Maxi controllo nel weekend appena trascorso

Giù le serrande per due locali notturni della città. Un night club del centro e un circolo privato nella zona di via Carrara chiusi dopo il maxi controllo interforze coordinato dal questore Antonino Messineo che nel fine settimana interessato complessivamente sei locali e ha portato all'identificazione di 140 persone, di cui 23 con precedenti penali significativi, e 140 mezzi

Il night club è risultato sprovvisto di licenza in corso di validità mentre il circolo privato, al quale in passato era già stata sospesa la licenza di somministrazione di alimenti e bevande, non aveva il regolare certificato di prevenzione antincendi ed erano assenti le prescritte uscite di sicurezza. La polizia ha disposto anche l'immediato sgombero del locale per motivi di ordine e sicurezza pubblica e il questore sta valutando l'adozione di un provvedimento di chiusura ai sensi dell'articolo 100 del Testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza vista la presenza tra i clienti, sprovvisti anche della necessaria tessera da socio, di persone pregiudicate con precedenti di polizia. Al Comune, invece, spetterà la decisione sulla revoca dell'autorizzazione alla somministrazione.

Imponente il servizio di pattugliamento predisposto nel weekend anche alla luce delle linee strategiche dettate dal prefetto Paolo De Biagi nel corso dell'ultimo comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. In "campo", oltre alle volanti della polizia normalmente impegnate e al nucleo radiomobile dei carabinieri, anche 12 equipaggi altamente specializzati tra cui due equipaggi del reparto prevenzione crimine dell'Umbria, la squadra operativa della divisione della polizia amministrativa, sociale e dell'immigrazione della questura, la polizia annonaria, un team dei vigili del fuoco per il controllo della sicurezza dei locali e uno staff della guardia di finanza. In azione, presso la stazione, anche la polizia ferroviaria. I servizi, coordinati dalla dottoressa Claudia De Persio, dirigente della polizia amministrativa della questura, hanno portato all'identificazione di 140 persone di cui 23 con precedenti penali significativi e 140 mezzi anche con l'ausilio del sistema "Mercurio" che consente attraverso un tablet e una telecamera esterna la videosorveglianza dei veicoli in mobilità e la lettura automatica delle targhe.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

Torna su
TerniToday è in caricamento