Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

Acciai Speciali Terni, quattro player in corsa e percorso individuato per la vendita: “Non ci sarà spezzatino”

Gli scenari di medio periodo per il sito produttivo ternano: Arvedi, Marcegaglia, Posco e Baosteel restano alla finestra

I quattro player Arvedi, Marcegaglia, Posco e Baosteel, hanno formalizzato le manifestazioni di interesse per l’acquisizione di Acciai Speciali Terni, alla fine del mese di luglio. Mentre i gruppi italiani hanno visitato lo stabilimento il 20 e 21 luglio, si attendeva la visita delle delegazioni cinese e coreana, probabilmente rimandata a causa delle note vicissitudini legate al Covid-19. L’Advisor nominato da ThyssenKrupp ossia Jp Morgan, è ora impegnato nelle valutazioni. Entro la fine di ottobre le società interessate dovranno decidere se trasformare le manifestazioni di interesse in offerte vincolanti. TK, entro dicembre, dovrebbe decidere a chi lasciare le chiavi del sito di viale Brin. Il passaggio di consegne dovrà essere vagliato dall’antitrust, a cui spetta la decisione finale. Un iter non semplice che in passato costrinse ThyssenKrupp a fare marcia indietro con la finlandese Outokumpu. Poteva nascere il polo più importante dell’inox di Europa, poiché i finlandesi avevano testato gli impianti ternani, con successo, capaci di produrre oltre 1,5 milioni di tonnellate.

Come anticipato nei prossimi mesi si deciderà il destino di Ast. Il sito produttivo verrà ceduto integralmente, non a spezzatino, come a più riprese era circolato tra gli addetti ai lavori. Resta però da definire il perimetro di vendita, come sostiene Federmanager Terni. Il sindacato ha più volte sollecitato il Governo ad aprire un tavolo con la multinazionale tedesca, per capire i reali intendimenti sul processo di cessione. Resta anche in piedi la questione della golden power, considerando le continue prese di posizione sulla strategicità della produzione di Ast. In tal caso il Governo dovrà decidere quale strada seguire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, quattro player in corsa e percorso individuato per la vendita: “Non ci sarà spezzatino”

TerniToday è in caricamento