rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Economia

Ast, vertenza Sicuritalia: “Gestioni sbagliate del passato non ricadano sui lavoratori”

La presa di posizione della Rsu Fiom-Cgil di viale Brin sulla situazione dei dipendenti dell’impresa di vigilanza privata

“Le scelte sbagliate degli anni passati non devono ricadere sui lavoratori”. E’ la posizione della RSU di FIOM- CGIL di Ast, che torna sulla situazione degli esuberi generati nella vigilanza privata con i tagli all’appalto dell’azienda Sicuritalia. 

“In primo luogo, contestiamo la presa di posizione espressa in queste ore dal presidente Angpg che a nostro parere genera una guerra tra diretti e indiretti e non fa altro che mettere incertezza tra i lavoratori. La RSU FIOM-CGIL rivendica per i lavoratori che hanno svolto il Job-posting per la vigilanza il riconoscimento della selezione e che quindi svolgano tale mansione. In questi anni tutti i lavoratori della Vigilanza di Ast hanno acquisito nuove e più ampie competenze, tese alla salvaguardia del patrimonio industriale e nell’attuale organizzazione del lavoro gli operatori quotidianamente svolgono con professionalità ed impegno i turni di lavoro. Ricordiamo che l’ente vigilanza è impegnato in prima istanza nella gestione di eventuali emergenze sia interne che esterne del sito in base al rischio rilevante. La RSU FIOM -CGIL di AST, da ultimo ribadisce di aver contestato più volte alla vecchia proprietà l’utilizzo del personale armato per attività che rientravano nelle normali gestioni dei reparti, tuttavia le scelte sbagliate del passato, non possono ricadere sui lavoratori e le loro famiglie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ast, vertenza Sicuritalia: “Gestioni sbagliate del passato non ricadano sui lavoratori”

TerniToday è in caricamento