“Impossibile raggiungere il sito”, la corsa ad ostacoli degli autonomi per ottenere il bonus da 600 euro

Emergenza Coronavirus, il sito dell’Inps è bloccato dalla tarda serata del 31 marzo. Migliaia di domande in poche ore per ottenere il contributo, dubbi sui criteri di assegnazione delle risorse

L'home page di inps.it

Prima la grana dei codici pin, poi il sito che fa le “bizze” perché sommerso dalle migliaia di domande: è una corsa ad ostacoli quella degli autonomi che da oggi possono richiedere all’Inps il bonus da 600 euro (che da maggio dovrebbero diventare 800) stanziati per l’emergenza Coronavirus.

La domanda in forma individuale poteva essere presentata attraverso un codice pin inviato dall’istituto previdenziale via sms. L’invio è però andato a rilento e dunque ai patronati è stata offerta la possibilità di presentare la domanda per delega da parte di commercianti, artigiani e partite iva.

Uno dei dubbi della vigilia riguarda i criteri di assegnazione del bonus. Dubbi che sono stati alimentati dallo stesso Inps visto che su una pagina del sito – poi scomparsa – si parlava di “ordine cronologico” delle domande. Almeno sulla carta, non dovrebbe essere questo il criterio, seppure è certo che i 5 miliardi stanziati dal Governo non basteranno a soddisfare tutte le richieste, visto che la platea si è poi ampliata anche agli iscritti agli ordini professionali.

Nell’incertezza, alcuni patronati hanno iniziato ad inviare le domande appena dopo la mezzanotte di ieri, 31 marzo, incontrando però da subito le difficoltà di accesso al portale Inps.

“Ad oggi non sappiamo ancora quali saranno i criteri di assegnazione delle risorse – commenta Mauro Franceschini, presidente di Confartigianato Terni – ed in più abbiamo notevoli difficoltà di accesso al portale”.

Nel corso della mattinata di oggi, 1 aprile, il sistema ha ripreso a funzionare, ma in maniera molto lenta. Nel momento in cui Terni Today ha provato ad accedere al portale (11.15, circa) l’home page di inps.it si è caricata, seppure richiedendo diversi minuti. La pagina dedicata al bonus da 600 euro è invece ancora inaccessibile.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

Torna su
TerniToday è in caricamento