Navigator, raggiunto l’accordo fra Anpal e Regioni: arrivano i contratti

Subito la formazione e poi il personale comincerà a lavorare sul territorio a supporto dei Centri per l’impiego. Il presidente Parisi: è una vittoria dell’Italia

L’intesa con le Regioni è stata raggiunta: il passo fondamentale per garantire l’operatività dei navigator è stato compiuto. I vincitori della selezione che si è svolta la settimana scorsa alla Fiera di Roma saranno contrattualizzati in tempi rapidi. Saranno formati e – a stretto giro – cominceranno a lavorare sui territori.

È stata una vittoria di gruppo, una vittoria dell’Italia”, il presidente dell’Anpal, Mimmo Parisi, ha salutato così l’accordo con le Regioni sull’assistenza tecnica che Anpal Servizi offrirà ai Centri per l’impiego nel quadro del reddito di cittadinanza.

L’intesa – ha aggiunto Parisi – ci permette di siglare le convenzioni con le Regioni, grazie alle quali verranno subito contrattualizzati i navigator per poter avviare la fase della formazione intensiva. Le politiche attive del lavoro legate al reddito di cittadinanza entrano quindi nel vivo”.

Per ogni Regione - come parte integrante della convenzione - c’è un piano operativo molto dettagliato, dove viene messo nero su bianco quel che i navigator andranno a fare concretamente per supportare i Centri per l’impiego.

“È un grandissimo risultato – prosegue Parisi – di cui possiamo essere tutti veramente orgogliosi. Raggiunto collegialmente, da Governo, Anpal e Regioni, ognuno con le proprie specificità. Nessuno è rimasto chiuso nei propri particolarismi”.

Nel piano operativo di assistenza tecnica viene illustrato l’intero processo di presa in carico e di accompagnamento dei beneficiari del reddito di cittadinanza tenuti a stipulare il patto per il lavoro. In relazione a tale processo, vengono descritte le attività svolte dai navigator con l’obiettivo di garantire l’uniformità dei servizi su tutto il territorio nazionale.

I navigator potranno assistere i Centri per l’impiego nelle diverse fasi del processo, secondo la declinazione stabilita nella convenzione bilaterale tra la singola Regione e Anpal Servizi.

In particolare, il loro ruolo sarà cruciale nel supportare la definizione e la realizzazione dei piani personalizzati, nonché il raccordo con le imprese, con le strutture di istruzione e formazione, con i Comuni e con tutti i servizi erogati dai diversi attori del mercato del lavoro a livello locale, valorizzando le opportunità offerte nel territorio.

L’obiettivo è rinforzare i Centri per l’impiego per consentire ai beneficiari di individuare e superare gli ostacoli che incontrano nel percorso verso la realizzazione professionale, l’autonomia economica e la piena integrazione sociale nella propria comunità.

“Siamo riusciti a ottenere tutto questo in tempi stretti e con il contributo di tutte le istituzioni – ha spiegato Parisi - Possiamo esserne fieri. E possiamo essere certi che questo risultato condizionerà positivamente la vita di tutti i cittadini”.

Potrebbe interessarti

  • Laghi in Umbria, per un bagno rinfrescante o una passeggiata nella natura

  • Memoria olfattiva, come gli odori riportano alla luce i ricordi

I più letti della settimana

  • Turista ternano muore sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto

  • Incidente stradale all'incrocio maledetto, le foto dello schianto. Tra i coinvolti una famiglia con due bambini

  • Incidente stradale, l'incrocio maledetto colpisce ancora: schianto tra due auto

  • Terrore in California, imprenditore ternano fra le pallottole di una sparatoria

  • Terremoto nella notte, l’epicentro fra Acquasparta e Massa Martana

  • Ermes Maiolica colpisce ancora: “bucata” la pagina ufficiale Facebook di Matteo Salvini

Torna su
TerniToday è in caricamento