Lunedì, 26 Luglio 2021
Economia

Vertenza Treofan, incontro al Mise. Il tempo stringe per trovare l’accordo: “Illegittima la procedura di liquidazione”

L’incontro del pomeriggio tra le organizzazioni, istituzioni locali, Confindustria, Ministero dello sviluppo economico sulla delicata vertenza

foto di repertorio

Mancano ormai meno di quaranta giorni, per trovare una soluzione che possa salvare il polo chimico della Treofan. Nel corso dell’incontro in call con il Mise, al quale hanno partecipato la sottosegretaria Todde, le istituzioni locali e le organizzazioni sindacali si è ribadito: “Con forza l'illegittimità della procedura di liquidazione”. Le sigle hanno poi sottolineato alle istituzioni tutte: “Le tempistiche entro le quali portare avanti azioni concrete e incisive”.

Una riunione in videoconferenza all’interno della quale si è fatto il punto sulle azioni messe in capo e da mettere in atto, al fine di contrastare la scelta di Jindal, nei confronti del sito della Polymer. Nel contempo – mentre i lavoratori proseguono nei presidi - saranno effettuate delle verifiche circa lo spostamento degli ordinativi da Terni ad altri stabilimenti del gruppo. Tali accertamenti riguarderanno anche l’attivazione della cassa integrazione Covid. Le parti chiamate in causa si sono date appuntamento, per un nuovo vertice dopo l’Epifania. Ci sono 142 dipendenti che rischiano, sempre di più, di trovarsi senza un posto di lavoro nell’immediato.

I consiglieri del Partito Democratico Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis, a margine dell’incontro, hanno dichiarato: “Faremo quanto nelle nostre possibilità come amministratori locali nei confronti del comune, della regione e del Governo, al fine di contrastare la scelta illegittima, a nostro avviso, ed unilaterale di Jindal”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Treofan, incontro al Mise. Il tempo stringe per trovare l’accordo: “Illegittima la procedura di liquidazione”

TerniToday è in caricamento