rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Meteo

Nelle grinfie di Caronte, nuova fiammata africana: atteso caldo record, con picchi fino a 40 gradi

Temperature elevate almeno fino alla fine di luglio. Gli esperti meteo: “Lo scorso giugno è stato il secondo più rovente del trentennio 1991-2020. Andò peggio soltanto nel 2003”. Le previsioni

Continua l’intensa ondata di calore africano che sta interessando da diverse settimane la nostra penisola. Dopo la breve tregua anticiclonica azzorriana, l’anticiclone sub-tropicale è tornato ad interessare tutto il Mediterraneo e parte dell’Europa. Il caldo anomalo e decisamente sopra la media è stato assoluto protagonista in questa prima parte della stagione. Infatti, i livelli di caldo finora misurati sono comparabili a quelli dell’estate storica del 2003.

Gli esperti di 3bmeteo.com dicono che “giugno è stato il secondo più caldo del trentennio 1991-2020 (fonte ISAC CNR) appena dietro a quello del 2003, registrando un’anomalia media nazionale pari a +3,11°C. Nonostante qualche temporale abbia interessato la regione, in Umbria la situazione idrica dei principali bacini è molto pesante. Purtroppo le notizie per le prossime settimane (probabilmente almeno fino a fine mese) non sono molto incoraggianti. Infatti, il vasto promontorio di matrice africana tenderà a stazionare sulla nostra penisola e sulla regione per molti giorni, portando ancora un clima rovente e temperature record”.

Nel corso della settimana, il termometro subirà una nuova decisa impennata, con valori che sfioreranno addirittura i +40°C su alcune località interne dell’Umbria. In particolare, nelle aree metropolitane a rendere le giornate davvero insopportabili sarà l’afa, maggiormente percepita durante le ore serali e notturne. Le temperature rimarranno elevate anche dopo il tramonto, con valori anche di 26-28°C fino alla mezzanotte. “Per un possibile cambio di scenario – aggiungono i meteorologi - dovremmo attendere la fine di luglio, quando l’anticiclone africano dovrebbe lentamente ritirarsi, lasciando spazio alle correnti più fresche di origine atlantica. Ma questa evoluzione è da confermare”.

Meteo Terni

Durante la settimana, la città sarà interessata da una nuova ondata di caldo africano. Attesi picchi fino a +39/+40°C, soprattutto tra giovedì e venerdì. Tuttavia il caldo si farà sentire anche durante le ore serali, seppur con minore intensità, ma con tassi di umidità elevati che faranno aumentare la sensazione di disagio fisico. Nei giorni a seguire lo scenario rimarrà comunque invariato, con valori massimi fino a +38/+40°C. Per la fine del caldo africano dovremmo attendere almeno fino alla fine del mese, con un possibile interessamento delle correnti atlantiche sulle regioni centro-settentrionali della penisola.

Meteo Perugia

Per il capoluogo umbro attesa un'altra settimana rovente, con picchi fino a +37/+38°C, specie nelle giornate tra giovedì e venerdì. Il caldo si farà sentire anche durante le ore serali, seppur con minore intensità, ma con tassi di umidità elevati che faranno aumentare la sensazione di disagio fisico. Nei giorni a seguire lo scenario rimarrà comunque invariato, con valori massimi fino a +35/+37°C. Per la fine del caldo africano dovremmo attendere almeno la fine del mese, con un possibile interessamento delle correnti atlantiche sulle regioni centro-settentrionali della penisola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle grinfie di Caronte, nuova fiammata africana: atteso caldo record, con picchi fino a 40 gradi

TerniToday è in caricamento