rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Notizie dall'Umbria

Minaccia la commessa con un coltello, la chiude nel ripostiglio e dà fuoco al negozio. Titolare sotto processo

L'uomo avrebbe simulato una rapina e appiccato l'incendio per intascare i soldi dell'assicurazione: scoperto, finisce davanti al giudice

Incendio, minacce e frode assicurativa. Sono le accuse mosse ad un uomo, difeso dall’avvocato Edoardo Maglio, per aver dato fuoco alla propria attività commerciale per intascare l’assicurazione e minacciato con un coltello una dipendente.

L’uomo è comparso davanti al giudice per rispondere dell’accusa di aver “in concorso con altra persona rimasta ignota” cagionato “un incendio all’interno del locale commerciale da lui condotto”.

Per poi raccontare alle forze dell’ordine “di essere stato vittima di violenza privata e di lesioni da parte di persone non meglio descritte che, poi, avrebbero cagionato l’incendio”. Incendio appiccato “al fine di conseguire l’indennizzo dell’assicurazione stipulata” con una compagnia.

All’uomo viene anche imputato di avere “in concorso con altra persona rimasta ignota al fine di simulare il delitto di rapina” minacciato di morte “con un coltello puntato alla gola, la dipendente ... e la privava della libertà personale tappandole la bocca e legandole le mani dietro la schiena con nastro adesivo, nonché chiudendola all’interno del bagno” per cospargere nel locale il liquido utilizzato per l’incendio.

Nel procedimento si sono costituite parte civile la assicurazione e la società proprietaria dell’immobile tramite gli avvocati Emanuela Spirito e Silvia Cutini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia la commessa con un coltello, la chiude nel ripostiglio e dà fuoco al negozio. Titolare sotto processo

TerniToday è in caricamento