rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Notizie dall'Umbria

Moglie e marito trovati morti a Tuoro, in alcuni biglietti la “confessione”

La procura della Repubblica di Perugia ricostruisce la morte dei due coniugi: la donna uccisa dopo una lite

In alcuni biglietti ritrovati nell’abitazione di Tuoro sul Trasimeno dove vivevano da alcuni mesi, gli investigatori hanno trovato la “confessione” dell’uomo rinvenuto ormai morto insieme alla moglie. Lamberto Roscini, 67 anni, è stato trovato nel giardino di casa con una corda intorno al collo. La moglie, Francesca Giornelli, sul letto in camera. Suicida lui, soffocata lei. Come, riferisce la procura della Repubblica di Perugia, l’uomo avrebbe ammesso le sue responsabilità in alcuni manoscritti sequestrati, in cui è stato ricostruito l’accaduto.

Secondo quanto scritto, i due avrebbero litigato, presumibilmente nel tardo pomeriggio di lunedì 27. La donna probabilmente aveva bevuto troppo e al culmine della lite, il marito l’avrebbe uccisa, appunto, soffocandola. L’allarme è scattato circa 24 ore dopo, quando un vicino di casa ha notato il corpo di Roscini nel giardino dell’abitazione.

I carabinieri, constatato che il 67enne era ormai morto, sono entrati in casa, la cui porta era chiusa, ma con le chiavi infilate esternamente nella serratura. In casa hanno trovato Francesca Giornelli, anche lei deceduta da tempo, senza segni esterni di violenza. Escluso il coinvolgimento di terze persone, la procura, guidata da Raffaele Cantone, propenderebbe ad avvalorare quanto trovato scritto. Resta comunque da attendere l’esito dell'autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moglie e marito trovati morti a Tuoro, in alcuni biglietti la “confessione”

TerniToday è in caricamento