NarniToday

La Torre del Capitano intitolata a Franco Ricci

La decisione del consiglio comunale di Narni per ricordare il fondatore della Prociv Arci scomparso nei giorni scorsi

Franco Ricci

Sarà intitolata a Franco Ricci la Torre del Capitano, in via Saffi, sede della Prociv Arci, di cui Ricci è stato fondatore ed era presidente. Lo ha deciso il consiglio comunale di Narni che ha votato all’unanimità un ordine del giorno nel quale ricorda la figura del volontario, morto a 81 anni pochi giorni fa, e stabilisce alcune iniziative in sua memoria. Consiglieri, sindaco e giunta comunale, in apertura della seduta di ieri, hanno anche deposto una rosa rossa sulla sedia dove Ricci sedeva per assistere alle sedute del Consiglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il presidente della storica Prociv di Narni ha rappresentato da sempre un punto di riferimento per la protezione civile locale e non solo”, recita un passaggio dell’atto votato dall’assemblea elettiva di Palazzo del Podestà che ha anche deciso di predisporre un’iniziativa da ripetere annualmente in ricordo dei valori improntati allo spirito di servizio alla comunità rappresentati da Ricci.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento