Serafini: "Nessuna fuga in avanti: per Stroncone una lista civica che si ispira ai valori del centrodestra"

Il primo candidato alle amministrative di maggio ribadisce la sua posizione e rinnova l'invito ad aderire a tutte le forze politiche

Nessuna fuga in avanti, ma una proposta "di natura esclusivamente civica, che pure, si ispira ai valori universali del centro destra". A ribadire la sua posizione è Marco Serafini, primo candidato sindaco per il Comune di Stroncone ad uscire allo scoperto e a creare, sin da subito, un vero e proprio caso politico.

Dopo l'annuncio di domenica, infatti, tutte le forze del centrodestra hanno evidenziato come la figura di Marco Serafini non rappresenti la scelta di Lega, Forza Italia  o Fratelli d'Italia per Stroncone, prendendo le distanze dal Comitato che, dal canto suo, ribadisce la sua posizione e la bontà di un operato che "guarda alle esigenze ed alle aspettative del nostro paese e della sua cittadinanza, partendo dal confronto con tutti coloro che pensano ad un futuro di rilancio per il nostro territorio". E anzi: in una nota il candidato non solo ribadisce di ispirarsi comunque ai valori di centrodestra, ma rinnova ed evidenzia "con forza, e senza personalismo alcuno, l’invito a tutte le forze, i movimenti e le associazioni che intendano aderire al progetto fattivamente e concretamente, con proposte, idee, positività, dedizione  e sacrificio".

Insomma, Serafini non aveva detto di essere "il" candidato di Lega e Fi, ma non ha neanche nascosto l'orientamento che gli appartiene: "Lungi da noi attribuirci la candidatura politica di appartenenza a questo o quel partito - affermano ancora dal Comitato -.Stroncone è storicamente e tradizionalmente considerato una roccaforte moderata, e questi sono i valori ai quali ci ispiriamo. La scelta di un candidato come Marco Serafini, universalmente riconosciuto come persona di apertura e dialogo va proprio in questa direzione: la sua autonomia congiuntamente alle sue capacità di sintesi  e moderazione,  rappresentano per il nostro progetto, un sinonimo di garanzia ed affidabilità per aggregare tutti coloro che vorranno raccogliere il nostro invito nell’unico interesse del territorio".

Di certo, in un momento in cui le riunioni per individuare gli altri candidati sembrano davvero essere serrate, anticipare tutti rompnedo gli indugi potrebbe aver create più di qualche malumore: "Questa decisione - dice ancora Serafini - è stata fatta esclusivamente in autonomia rispetto ai partiti e  nella volontà di rappresentare tutte le istanze finora raccolte,  evitando che le lacerazioni interne ai partiti stessi si riflettano  su ciò che più ci sta a cuore, ossia  il bene ed il futuro di Stroncone e delle sue  frazioni. Benvenga perciò il confronto con tutti coloro che realmente abbiano voglia di costruire un perimetro di condivisione di idee e programmi e soprattutto al di fuori di espedienti strumentali che avessero come obiettivo quello di fermare la voglia di riscatto di un’intera comunità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento