Pomeriggio lungo il Nera nonostante i divieti anti-Covid: multati otto ragazzi. Tre erano pure recidivi

Controlli della polizia locale a Terni. Sanzione da 280 euro a testa, raddoppiata per chi è stato beccato più volte. L’appello dell’assessore Scarcia: è la fase più delicata dell’emergenza, serve responsabilità

Traditori furono il sole caldo e il cielo sereno. Che hanno spinto otto ragazzi a passare qualche ora nel pomeriggio di ieri lungo il fiume Nera. Immaginando che così, all’aperto, non ci sarebbe stato niente di male. E invece, sono stati tutti multati per avere violato il divieto di assembramento previsto dalle norme anti-Covid.

È successo nell’ambito dei controlli predisposti per la verifica del rispetto delle misure di contenimento dell’epidemia Covid19. Agenti motociclisti della polizia locale di Terni hanno sorpreso otto giovani tra i 16 ed i 18 anni che si erano radunati lungo il fiume Nera nei pressi della palazzina ex-Dicat, incuranti delle misure di distanziamento sociale. Per ciascuno di loro è scattata una sanzione di 280 euro a causa del mancato rispetto del divieto di assembramento. Sanzione che è stata raddoppiata per tre ragazzi d’origine non italiana che erano già stati sorpresi più volte in precedenza a violare le misure anti-contagio.

“Siamo probabilmente nella fase più delicata dell’emergenza - sottolinea l’assessore alla polizia locale, Giovanna Scarcia - quella nella quale non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Per questo i nostri agenti continuano a verificare quotidianamente il rispetto delle regole, per la tutela della salute pubblica, ma soprattutto per far sì che gli effetti dell’epidemia si esauriscano quanto prima, con l’obiettivo di consentire a tutti di lavorare per la ripresa economica. Rivolgo ancora a tutti i cittadini un appello alla auto responsabilizzazione e al senso civico, per il rispetto e la preoccupazione che tutti dobbiamo condividere riguardo al futuro della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento