rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Coronavirus, in arrivo il nuovo DPCM: “Comprenderà anche le festività pasquali. Le varianti condizionano l’epidemia”

L’intervento del Ministro della Salute Roberto Speranza al Senato: “Il Nuovo Decreto entrerà in vigore dal 6 marzo fino al 6 aprile”

“La presenza delle varianti condiziona l’epidemia”. Il Ministro della Salute Roberto Speranza, nell’informativa al Senato, ha confermato l’orientamento del Governo a confermare misure restrittive, volte a contenere la diffusione del contagio da Coronavirus: “Non ci sono le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia. Siamo all'ultimo miglio e non possiamo abbassare la guardia”. Secondo Speranza: “La presenza delle varianti condiziona l'epidemia. Quella inglese – ad esempio - è presente nel 17,8% dei casi e sarà presto prevalente. La sua maggiore diffusione rende indispensabile alzare il livello di guardia. Fortunatamente – ha aggiunto - non compromette l’efficacia dei vaccini”. Per ciò che concerne le altre: “La loro diffusione è minore anche se è necessario isolare i focolai”.

Il nuovo Dpcm includerà il periodo compreso tra il 6 marzo e 6 aprile, inglobando le festività di Pasqua. Un decreto ispirato alla linea del: “Massimo rigore” con la conferma delle colorazioni diverse delle regioni: “Sarebbe un grave errore se, all'improvviso e senza alcuna evidenza scientifica, affrontassimo in modo diverso dagli altri paesi l'emergenza sanitaria. Differenziare le misure, sul piano regionale legando le scelte a parametri scientifici, ci permette di agire in modo proporzionale. Inoltre consentito, finora, di non ricorrere ad altri lockdown generalizzati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in arrivo il nuovo DPCM: “Comprenderà anche le festività pasquali. Le varianti condizionano l’epidemia”

TerniToday è in caricamento