menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Coronavirus, in arrivo il nuovo DPCM: “Comprenderà anche le festività pasquali. Le varianti condizionano l’epidemia”

L’intervento del Ministro della Salute Roberto Speranza al Senato: “Il Nuovo Decreto entrerà in vigore dal 6 marzo fino al 6 aprile”

“La presenza delle varianti condiziona l’epidemia”. Il Ministro della Salute Roberto Speranza, nell’informativa al Senato, ha confermato l’orientamento del Governo a confermare misure restrittive, volte a contenere la diffusione del contagio da Coronavirus: “Non ci sono le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia. Siamo all'ultimo miglio e non possiamo abbassare la guardia”. Secondo Speranza: “La presenza delle varianti condiziona l'epidemia. Quella inglese – ad esempio - è presente nel 17,8% dei casi e sarà presto prevalente. La sua maggiore diffusione rende indispensabile alzare il livello di guardia. Fortunatamente – ha aggiunto - non compromette l’efficacia dei vaccini”. Per ciò che concerne le altre: “La loro diffusione è minore anche se è necessario isolare i focolai”.

Il nuovo Dpcm includerà il periodo compreso tra il 6 marzo e 6 aprile, inglobando le festività di Pasqua. Un decreto ispirato alla linea del: “Massimo rigore” con la conferma delle colorazioni diverse delle regioni: “Sarebbe un grave errore se, all'improvviso e senza alcuna evidenza scientifica, affrontassimo in modo diverso dagli altri paesi l'emergenza sanitaria. Differenziare le misure, sul piano regionale legando le scelte a parametri scientifici, ci permette di agire in modo proporzionale. Inoltre consentito, finora, di non ricorrere ad altri lockdown generalizzati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento