rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Il green pass spezza l’onda dei no vax: in Umbria quasi dimezzato il numero dei lavoratori senza certificato verde

Da 70mila a meno di 40mila in una settimana. Oltre mille soggetti al giorno hanno completato il ciclo vaccinale: i numeri e i dettagli

L’onda no vax si è infranta davanti al muro del green pass. Stando ai numeri elaborati dalla Cgia di Mestre, infatti, in Umbria il numero dei lavoratori senza certificato verde è quasi dimezzato nell’arco degli ultimi sette giorni.

Se infatti all’indomani del 15 ottobre, data in cui è entrato in vigore l’obbligo di green pass per accedere ai luoghi di lavoro, i no vax umbri – nella fascia d’età fra 20 e 64 anni erano circa 70mila, la rilevazione alla data del 22 ottobre dice che gli occupati senza vaccino sono poco meno di 40mila (39.687, per la precisione) pari all’11,6% del totale a fronte di una media nazionale del 12,2%.  

Allo stesso tempo, in Umbria i vaccinati con prima dose al 15 ottobre erano 682.278 mentre il ciclo era stato completato da 656.111 persone. Alla data di oggi, 23 ottobre, i vaccinati con prima dose sono 685.822 (+3.544) mentre il ciclo completo riguarda 663.460 soggetti (+7.349). Il totale dei prenotati ammonta a 16.365 persone.

Così in Italia

Sempre secondo le elaborazioni di Cgia, ieri i lavoratori italiani senza alcun vaccino sarebbero scesi a poco meno di 2,7 milioni. A questi vanno tolte le 350mila persone che per ragioni di salute sono esenti dal possesso del certificato verde e 1,3 milioni di addetti che si sono sottoposti al tampone durante la settimana: rimarrebbero dunque “scoperti”, ovvero senza green pass, circa un milione di occupati.

L’ufficio studi della Cgia segnala inoltre che a livello regionale la stima del numero degli occupati non ancora vaccinati vede la Provincia Autonoma di Bolzano guidare la graduatoria con 42.150 no vax, pari al 17,5% sul totale occupati. Seguono la Sicilia con 204.605 addetti senza alcun vaccino (15,7% del totale), le Marche con 91.105 lavoratori senza alcuna immunizzazione (15,1%) e la Valle d’Aosta con 7.872 (15%). La macro area dove la situazione è più critica è il Mezzogiorno: la stima degli addetti senza alcun vaccino sfiora i 767mila occupati, pari al 13,1% del totale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il green pass spezza l’onda dei no vax: in Umbria quasi dimezzato il numero dei lavoratori senza certificato verde

TerniToday è in caricamento