Coronavirus, l’appello dei medici: “Lockdown totale in tutto il Paese”

Il presidente di Fnomceo, Filippo Anelli: se il trend rimarrà invariato, avremo diecimila morti in più e cinquemila pazienti in terapia intensiva. L’allarme: “Carenza di specialisti in tutta Italia, mentre 23.000 medici laureati sono in attesa di potersi specializzare”

Filippo Anelli, Fnomceo

“L’Ordine dei medici chiede lockdown totale in tutto il Paese”. Ad annunciarlo è il presidente della Federazione nazionale degli Ordini, la Fnomceo, Filippo Anelli.

Mentre si è in attesa di eventuali provvedimenti da parte del ministero della salute sulla possibile trasformazione di zone “gialle” in "arancioni" a causa della cavalcata di contagi da Coronavirus, l’Ordine dei medici rilancia sulla possibilità di bloccare l’Italia per fermare il contagio.

“Nell’ultima settimana – ha detto Anelli in un messaggio inviato al quotidiano Repubblica - abbiamo registrato mediamente mille ricoverati e oltre trecento morti al giorno. Se il trend rimarrà invariato, avremo diecimila morti in più e cinquemila pazienti in terapia intensiva. Servono subito misure drastiche, come un lockdown totale”.

“Anelli - si legge nel post sulla pagina facebook della Federazione nazionale ordini dei medici chirurghi e odontoiatri d’Italia - che ha acceso un faro sulla carenza di medici specialisti, mentre 23.000 medici laureati sono in attesa di potersi specializzare. E le graduatorie sono bloccate per via dei numerosi ricorsi”.

E ancora: “Anelli chiede, ancora una volta, di ammetterli tutti. Sarebbe una boccata d’ossigeno per il sistema” ha affermato, restando invece “scettico sullo switch di medici specializzati in altre branche verso la cura del Covid. Se un oculista deve diventare un internista, qualcosa non funziona. La formazione non è un optional”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

Torna su
TerniToday è in caricamento