Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

L'emergenza Coronavirus non ferma le polveri sottili: sforamenti in città

Nonostante il divieto di uscire di casa, nella giornata di ieri le Pm10 hanno superato i limiti di legge a Borgo Rivo e Le Grazie

Io resto a casa. Ma le polveri sottili no. Nonostante il divieto di uscire di casa se non per motivi di lavoro, necessità urgenti o questioni legate alla salute, le concentrazioni di Pm10 a Terni sono ancora oltre i limiti di legge. Le centraline di monitoraggio di Arpa Umbria, nella giornata di ieri, hanno infatti rilevato sforamenti sia a Borgo Rivo (43 microgrammi al metro cubo) e Le Grazie (48 microgrammi al metro cubo).

Per la prima stazione, si tratta dello sforamento numero 28 da inizio anno, mentre per Borgo Rivo è il ventunesimo sforamento rilevato dal primo gennaio 2020 ad oggi. Per la giornata di ieri, il sito di Arpa non dà alcuna rilevazione per la stazione di Carrara, mentre nella giornata di lunedì 9 marzo - prima che anche Terni diventasse zona rossa, ma comunque in piena emergenza Covid19 - tutte e tre le stazioni hanno restituito valori sopra la soglia di legge: Borgo Rivo 43 mg/mc, Carrara 44 e Le Grazie 48.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'emergenza Coronavirus non ferma le polveri sottili: sforamenti in città

TerniToday è in caricamento