Coronavirus, con i parchi chiusi si può andare in bicicletta? Ecco divieti e limitazioni

In diversi comuni dell'Umbria c'è stata una stretta sulle aree verdi. Si può continuare ad andare sui pedali? A fare chiarezza è il Ministero della Salute

Mentre medici e sindaci anche in Umbria continuano a invitare i cittadini a restare a casa, tanto che in molte città si è arrivati alla chiusura dei parchi pubblici, la gente continua a chiedersi cosa può e cosa non può fare in base alle limitazioni disposte dal Governo Conte per arginare la diffusione del Coronavirus. E se l’attività motoria all’aperto è consentita purché non in gruppo (sono sempre vietati gli assembramenti) anche senza autocertificazione (che va comunque compilata se richiesto dalle autorità durante un controllo), quali sono le limitazioni per l'utilizzo della bicicletta? 

A fare chiarezza è il MInistero della Salute: "L’utilizzo della bicicletta, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, è soggetto alle misure restrittive del Decreto del 9 marzo 2020 definito #Iorestoacasa - si legge sul sito del dicastero - Tale provvedimento limita gli spostamenti delle persone in entrata e in uscita dai territori nonché all'interno dei medesimi salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. In caso di eventuali controlli dovrà essere fornita autocertificazione. Non è giustificato l’utilizzo del mezzo per diletto o per allenamento oltre i confini del proprio territorio di domicilio, abitazione o residenza".

Diverso il caso di sportivi, professionisti o non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dalle rispettive Federazioni in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali. Per loro: "Sono utilizzabili gli impianti sportivi a porte chiuse per le sedute di allenamento - spiega ancora il Ministero della Salute -. È consentito esclusivamente lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzati da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico".

#coronavirus, l'uso della #bicicletta è consentito sia per gli spostamenti necessari, sia per praticare attività sportiva all'aperto, ma non in gruppo e mantenendo la distanza di sicurezza minima di 1 metro fra le persone.
Leggi ⤵️https://t.co/pwXB5vFJ9F#COVID19 pic.twitter.com/giN8a7OAgt

— Ministero Salute (@MinisteroSalute) March 17, 2020

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, scontro frontale tra due auto: due fratelli perdono la vita

  • Ternana-Avellino 0-0, rossoverdi al secondo turno preliminare dei Play Off

  • Chiude storica attività del centro cittadino a Terni: un altro piccolo pezzo della città ‘romantica’

  • La ‘Miami’ di Terni tra nudismo, tossicodipendenza e degrado. La denuncia dei residenti: “Siamo esasperati”

  • Piediluco, la testimonianza: “Una vera e propria aggressione. Occorre impedire con intelligenza la bagarre"

  • Incidente stradale, auto si ribalta: una famiglia coinvolta trasportata all’ospedale di Terni

Torna su
TerniToday è in caricamento