Fiamme alla tabaccheria, beccati i piromani: “Abbiamo appiccato l’incendio dopo una lite col proprietario”

Il fatto a Stroncone lo scorso 28 novembre, le indagini dei carabinieri hanno permesso di risalire ai presunti responsabili del gesto. Si tratta di una coppia di trentenni, sono stati incastrati dall’auto usata per il raid

Una vendetta. Che arriva dopo alcuni “dissapori” tra i due presunti responsabili dell’incendio appiccato lo scorso 28 novembre ad una tabaccheria di piazza San Giovanni a Stroncone e il titolare dell’attività commerciale.

Alla coppia, un uomo e una donna entrambi ternani e trentenni, i carabinieri di Stroncone e i colleghi della compagnia di Terni, sono arrivati al termine di una serie di indagini avviate subito dopo i fatti.

Erano circa le 22.45 dello scorso 28 ottobre quando sul numero di emergenza 112 della centrale operativa del comando provinciale carabinieri di Terni, arrivava una richiesta di intervento nella quale veniva segnalato un incendio presso una tabaccheria di piazza San Giovanni a Stroncone.

Mentre alcuni militari procedevano alle indagini sul posto, altre autoradio dei carabinieri venivano fatte gravitare in zona per le ricerche di una vettura di colore chiaro che alcuni passanti avevano notato sostare in piazza san Giovanni poco prima del fatto. Il principio di incendio, che coinvolgeva la porta dell’esercizio commerciale posto all’interno del piccolo borgo medievale ed alcune riviste rimaste appese all’esterno, era stato spento da alcune persone giunte prima dell’arrivo dei vigili del fuoco, che mettevano in sicurezza il locale.

E questa mattina, 11 dicembre, al termine delle attività investigative e soprattutto grazie alla individuazione della Mercedes bianca utilizzata per raggiungere il luogo del reato, i carabinieri hanno denunciato a piede libero alla procura della Repubblica di Terni la coppia di trentenni, contestando il reato di “danneggiamento a seguito di incendio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento