rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Inviati ai centri per il rimpatrio due uomini senza permesso di soggiorno che orbitavano a Terni e Orvieto

SI tratta di un uomo di origini tunisine, che con uno stratgemma era riuscito a tornare a Terni, e un di origini cinesi, già ristretto in carcere per aver ucciso un suo connazionale

Era stato accompagnato al Cpr (Centro di permanenza e rimpatrio) di Potenza due settimane fa, ma con uno stratagemma, fingendo un malore dicendo di aver ingoiato due bulloni, si era fatto ricoverare in ospedale per poi fuggire e tornare a Terni nella serata di martedì 20 aprile. Una fuga durata poco, perché una pattuglia della suqadra volante in servizio di controllo del territorio lo ha intercettato in centro e, riconoscendolo, lo ha fermato. Il controllo ha confermato i sospetti degli agenti. L'uomo di origini tunisine, è stato di nuovo espulso ed accompagnato coattivamente al Cpr di Torino.

Stessa sorte per un cinese, scarcerato dalla casa circondariale di Orvieto dove era stato recluso per l’omicidio di un connazionale, è stato accompagnato al Cpr di Milano per essere rimpatriato al suo paese di origine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inviati ai centri per il rimpatrio due uomini senza permesso di soggiorno che orbitavano a Terni e Orvieto

TerniToday è in caricamento