Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

“Famiglie sempre più disgregate e ricerca di emozioni proibite: così spesso dal sospetto si arriva alla violenza”

L’INTERVISTA | Tradimenti ma anche sempre più casi di maltrattamenti tra le mura domestiche, ne abbiamo parlato con l’avvocato Giacomo Marini: “Le cose si complicano quando subentrano rabbia, desideri di vendetta”

marini_1-2Avvocato di lungo corso e forte di numerose esperienze in casi di gravissimi maltrattamenti in famiglia, l’avvocato Giacomo Marini del foro di Roma è il legale che assiste l’investigatore privato finito sotto inchiesta perché accusato di avere piazzato un rilevatore gps sull’auto di una moglie sospettata dal marito di tradimento. Con lui abbiamo parlato di episodi come questo ma anche di vicende più gravi che spesso sfociano in drammatici episodi di violenza.

Allora avvocato, un ispettore privato ingaggiato da un marito che sospetta il tradimento è finito sotto inchiesta. Si tratta di una eccezione o vicende così sono piuttosto frequenti?

“Sono casi molto frequenti che aumentano sempre di più data la disgregazione del tessuto famigliare e la ricerca, proprio al di fuori del contesto familiare, di emozioni proibite”.

Gli ultimi dati diffusi dall’Arma dei carabinieri dicono che nel Ternano - e un po' ovunque - con il lockdown i reati di maltrattamento in famiglia sono aumentati del 50 per cento. Qual è la sua percezione?

“Io da sempre mi occupo di gravissime controversie in famiglia che arrivano fino a reati importanti come lesioni e ad omicidi. E la situazione con l’emergenza sanitaria è peggiorata”.

Molto spesso, purtroppo, vicende di questo tipo hanno risvolti più drammatici che boccacceschi. Come si scivola dal “sospetto” alla violenza?

“Assolutamente. Mi sono occupato di svariati omicidi. Le cose si complicano quando subentrano rabbia, desideri di vendetta, problemi psicologi e psichiatrici di importanza enorme per cui è necessario rivolgersi alla psichiatria e non all’avvocatura”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Famiglie sempre più disgregate e ricerca di emozioni proibite: così spesso dal sospetto si arriva alla violenza”

TerniToday è in caricamento