Raptus sessuale sul treno, mostra le parti intime a una ragazza: multa da 10mila euro

Ubriaco infastidisce la ventenne, necessario l’intervento della polizia ferroviaria: dovrà rispondere di atti osceni in luogo pubblico

Visibilmente ubriaco, ha cominciato a dare fastidio ad una ventenne sul treno che da Rieti arriva a Terni. E non è bastato nemmeno l’intervento del capotreno. Anzi.

L’episodio si è verificato lo scorso mercoledì quando, su uno dei convogli diretti nella città dell’acciaio, una ragazza ha iniziato ad essere infastidita da un passeggero ucraino. La ventenne ha messo subito le cose in chiaro: le avances dello straniero non le interessavano. Ma lui ha insistito, esagerando: si è denudato, le ha mostrato le parti intime ed ha praticato gesti di autoerotismo davanti a lei e agli altri passeggeri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Neanche l’intervento del capotreno è riuscito a mettere a posto la situazione. E così, quando il convoglio è giunto in stazione, gli agenti della polizia ferroviaria, coordinati dall’ispettore superiore Alessandro Tardio, hanno preso in consegna l’uomo. Si tratta di un cittadino ucraino, in regola col permesso di soggiorno, piuttosto robusto e con un passato da atleta. Che però, probabilmente a causa della massiccia assunzione di alcol, si è lasciato andare ad intemperanze che gli costeranno care. Per lui l’accusa è di atti osceni in luogo pubblico. Il reato è stato depenalizzato ma prevede una multa da diecimila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento