Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

“Applicazione delle regole in modo inflessibile ed ottuso per i tifosi della Ternana. Completamente disattese nel settore ospiti”

L’intervento del Centro Coordinamento Ternana Clubs: “Auspichiamo poi che gli organi chiamati a gestire queste situazioni trovino già dalla prossima partita col Parma un atteggiamento più sensato ed equilibrato”

Bandiere, striscioni, tamburi ed anche il lancio di una bomba carta. Allo stadio Libero Liberati sono arrivati 463 tifosi del Pisa, in occasione del match contro la Ternana. Hanno sostenuto la squadra per tutta la durata della partita, prima di poter festeggiare il successo ottenuto sui rossoverdi. Al di là del risultato maturato sul campo non è passato inosservato ciò che è accaduto all’interno del settore ospiti, ragguagliato e ponderato al resto dell’impianto sportivo. Proprio per questo motivo il Centro Coordinamento pone la questione, intervenendo con una nota a margine della gara.

“Il Centro Coordinamento Ternana Clubs esprime tutto il proprio sconcerto per ciò a cui si è assistito allo stadio Liberati. Mentre per la tifoseria Ternana si applicano in modo inflessibile ed ottuso regole (in parte dovute alla situazione Covid, in parte di ordine pubblico) che nessuno comprende e limitano senza senso le libertà personali, nel settore riservato ai tifosi ospiti si è permesso ai sostenitori pisani di disattendere completamente le stesse regole” viene sostenuto in una nota diffusa.

Ed ancora: “Ora (a meno che qualcuno dimostri che la Curva Ovest non è territorio italiano) ci aspettiamo che chi doveva controllare che tutti i cittadini siano soggetti allo stesso rispetto delle Leggi prima spieghi come ciò sia potuto accadere e poi si scusi con la collettività. Auspichiamo poi che gli organi chiamati a gestire queste situazioni, a partire dal Comune che tutti ci rappresenta, trovino già dalla prossima partita col Parma un atteggiamento più sensato ed equilibrato (e che valga per tutti..!) che non penalizzi più la tifoseria rossoverde, già ampiamente dilaniata da daspo, diffide, a volte affibbiate per cose molto meno rilevanti di quanto accaduto”.

Infine. “Il CCTC si auspica che le due curve possano tornare a far sentire il proprio incitamento alla squadra, come hanno potuto fare i tifosi pisani al Libero Liberati, senza restrizioni alcune nel pieno rispetto delle norme anti Covid”. I gruppi organizzati delle curve Nord ed Est infatti hanno annunciato, prima dell’inizio della stagione, di voler restare fuori dai cancelli dello stadio, motivando con dei comunicati tale scelta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Applicazione delle regole in modo inflessibile ed ottuso per i tifosi della Ternana. Completamente disattese nel settore ospiti”

TerniToday è in caricamento