Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Stroncone

Minorenni nei centri scommesse, mamma disperata si affida ai carabinieri. Pesante sanzione per un’attività

Al titolare dell’esercizio è stata comminata una sanzione amministrativa pari a circa 6600 euro. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli potrà quindi procedere alle attività di propria competenza

foto di repertorio

Una vera e propria richiesta di aiuto è pervenuta alla centrale operativa, del locale comando compagnia carabinieri di Terni. Alcuni genitori, ed in particolare una mamma disperata, hanno segnalato ai militari che i loro figli minorenni, da qualche giorno, frequentavano assiduamente un centro scommesse – soprattutto nelle ore pomeridiane – collocato in città. Una volta giunti in loco spendevano tutti i loro averi, chiedendo ai genitori continuamente altre somme di danaro da investire nelle scommesse.

A seguito di tali segnalazioni sono state eseguite dai carabinieri ternani straordinarie operazioni di controllo, di esercizi pubblici, destinati alle scommesse sportive, dove sono presenti numerose apparecchiature con possibilità di vincite in denaro. Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’esito degli accertamenti, disposti presso quattro diversi punti, ha permesso di individuare alcuni minorenni intenti a valutare le possibili giocate, da effettuare all’interno di una di queste sale giochi, dove l’ingresso è vietato per legge ai minori di anni 18. Al titolare dell’esercizio è stata comminata una sanzione amministrativa pari a circa 6600 euro. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli potrà quindi procedere alle attività di propria competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenni nei centri scommesse, mamma disperata si affida ai carabinieri. Pesante sanzione per un’attività

TerniToday è in caricamento