Semina il panico al bar minacciando i clienti con le bottiglie spaccate, arrestato

Paura nella notte in un locale di via Petroni, fermato dalla polizia un 32enne richiedente asilo. Nella colluttazione ferito uno degli agenti

E’ stato arrestato dalla polizia il 32enne che nella notte tra giovedì e venerdi ha seminato il panico in un pub di via Pietroni, nel centro di Terni. Ubriaco, prima ha danneggiato delle auto parcheggiate e poi è entrato in pub dove ha chiesto da bere, al rifiuto del titolare, ha iniziato a spaccare delle bottiglie e ad inveire contro i presenti. Una pattuglia della Volante è arrivata in pochissimo tempo, ma gli agenti hanno faticato non poco a calmarlo e per cercarlo di contenere uno di loro è rimasto leggermente contuso e ne avrà per 5 giorni. L'uomo arrestato è un cittadino gambiano che si trova in Italia in virtù di una richiesta di asilo. L'accusa a suo carico è di  resistenza a Pubblico Ufficiale ma è anche stato denunciato in stato di libertà per danneggiamento. Nelle prossime ore sarà giudicato per direttissima davanti ai giudici del tribunale di Terni e ora si trova rinchiuso nelle celle di sicurezza della Questura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento