Tenta di uccidersi, salvato dai poliziotti eroi: “Intervento coraggioso con determinazione e sangue freddo”

Gli agenti Quondam Bartolomeo e Pompei ricevuti in prefettura, Gambassi: proficuo lavoro di servizio alla comunità

Attimi lunghissimi e provvidenziali. È il pomeriggio del 24 ottobre scorso quando al 113 arriva la segnalazione di una persona che sta cercando di uccidersi nella zona tra San Carlo e viale Brin. Arrivano decine di chiamate e tutte raccontano la stessa scena. Un uomo ha appeso una corda al ponte che passa sopra al fiume Nera. Per molti, quel corpo è ormai senza vita.

Il sovrintendente Corrado Quondam Bartolomeo e l’assistente capo Gianni Pompei sono i primi ad arrivare sul posto. Non si rassegnano a quella assurda morte e tentano il tutto per tutto. L’uomo, un operaio di 48 anni, è ancora vivo. Comincia la gara contro la morte.  E alla fine la spunteranno loro. La corda viene tagliata, il corpo viene fatto scendere sul greto sul fiume. Nel frattempo arrivano altri colleghi della questura, i vigili del fuoco che aiutano a recuperare il quarantottenne e i medici del 118 che prestano le prime cure.

Un intervento coraggioso, messo in atto dai due agenti con determinazione e sangue freddo”. Così il prefetto vicario, dottor Andrea Gambassi, ricevendo in prefettura a Terni i due poliziotti eroi assieme al questore, Antonino Messineo. Il prefetto ha ripercorso le fasi cruciali di quel gesto, ricordando come “gli agenti, giunti sul luogo dell’accaduto in pochi minuti dalla ricezione della segnalazione al 113, in maniera repentina e particolarmente audace si sono calati dal ponte cui l’uomo era appeso e, tagliando la corda, sono riusciti a metterlo in salvo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un segno importante che ha auspicare dire al prefetto “un sempre più proficuo lavoro al servizio della collettività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento