Santa Maria Maddalena, riparte il cantiere: gli impegni del Comune

Protesta del comitato dei residenti a Palazzo Spada: viviamo in mezzo al degrado. Melasecche: faremo tutto ciò che prevede la convenzione | VIDEO INTERVISTE

Un quartiere in un cantiere fermo da anni. Questa è la situazione in cui i residenti di Santa Maria Maddalena sono costretti a vivere. Il quartiere non è mai stato completato, tante promesse e pochi risultati. Fino alla rabbia degli abitanti, esplosa in più occasioni. I residenti hanno formato un comitato per portare avanti la loro interminabile battaglia: “Siamo dimenticati da tutti, abitiamo in mezzo al degrado” dicono.

Ora sono arrivati davanti alla prima commissione consiliare di palazzo Spada per esporre le loro ragioni e hanno finalmente incassato buone notizie dall’assessore ai Lavori pubblici Enrico Melasecche: entro 15, massimo 20 giorni il cantiere riaprirà, verrà sistemato il tratto fognario a ovest per poter avere l’agibilità. Sono ancora molte infatti le famiglie in attesa del rilascio del certificato di agibilità per colpa del mancato adeguamento della rete fognaria da parte delle ditte competenti. Ma non basta: “Da sempre – dicono i residenti - sono al palo i lavori di bitumazione per l’asfaltatura e la messa in sicurezza di via degli Arroni, mentre per i lavori sulla viabilità esterna al nucleo, contrariamente agli annunci dell’epoca, le ditte continuano a essere giustificate dallo stop sulle procedure d’esproprio da parte dell’amministrazione comunale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Promesse finora cadute nel vuoto come spazi di verde attrezzato, luoghi di aggregazione e socializzazione, negozi e parcheggi. Ancora aspettano: “Tutto questo – tuonano - non era sul nostro libro dei sogni, ma sul contratto d’acquisto delle case che molti di noi stanno ancora pagando”. C’è poi il caso della bretella di via Urbinati. Una storia inquietante, ma ora qualcosa si muove: “Faremo tutto ciò che prevede la convezione”, assicura Melasecche che incassa anche il via libera dell’Asm per l’illuminazione del quartiere. La commissione si è impegnata a effettuare un sopralluogo al più presto.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzi morti, c’è un sospetto: ternano in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Il silenzio e poi le urla di dolore: Terni sotto shock per la morte di due ragazzini, indagini a tutto campo

  • Cronaca di Terni, tragica scomparsa di due adolescenti. Le reazioni: “Sgomento e dolore. Giornata di lutto cittadino”

  • Cronaca di Terni, trovati morti due adolescenti di 15 e 16 anni

  • Morte dei due ragazzi a Terni: le sostanze che probabilmente hanno causato il decesso di Flavio e Gianluca

  • Morte di Flavio e Gianluca, parlano i genitori

Torna su
TerniToday è in caricamento