Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Violenze fisiche e verbali nei confronti della giovanissima moglie, arrestato dalla polizia di stato

L’attività di indagine è stata avviata dalla polizia di stato dopo le denunce della donna. Gli agenti lo hanno rintracciato in un supermercato e accompagnato in carcere

foto Giacomo Sirchia

Un trentatreenne tunisino, è stato arrestato dagli agenti della polizia di stato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, atti persecutori ed altro, a seguito di un’accurata indagine da parte della seconda sezione della squadra mobile. L’uomo aveva precedenti penali per spaccio di sostanze stupefacenti, immigrazione clandestina e reati contro la persona, commessi in varie parti della penisola.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’indagine, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, è scattata a seguito di denunce della moglie - una giovanissima cittadina italiana - con la quale ha avuto una bambina. La stessa si è rivolta alla polizia di stato per il comportamento violento del marito, documentato anche in vari interventi delle forze dell’ordine presso la loro abitazione.

La donna sarebbe stata costretta a subire violenze fisiche e verbali, da alcuni mesi a questa parte, tanto che nell’ultimo periodo non vivevano più insieme. Di recente aveva denunciato anche di essere stata minacciata con un taglierino, oggetto che è stato poi rinvenuto e sequestrato dagli agenti. Raccolti tutti gli elementi, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita giovedì 22 aprile dagli investigatori della squadra mobile, che hanno rintracciato l’uomo in un supermercato e subito dopo lo hanno accompagnato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze fisiche e verbali nei confronti della giovanissima moglie, arrestato dalla polizia di stato

TerniToday è in caricamento