menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Fase Due, la proposta per far ripartire il settore dei bar e ristorazione di Terni: “Open air caffè”

Il Movimento Cinque Stelle: “Necessario dare un contributo a chi per anni pagando tasse su tasse ha dato ossigeno alla nostra città”

“Terni open air caffè”. Il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle ha formalizzato e presentato un atto indirizzo con l’obiettivo di far ripartire le attività del settore bar e ristorazione. Come si legge al suo interno è duplice la finalità ossia: “Concedere spazi pubblici di proprietà del comune, piazze, vie, parchi ed altro, gratis e per l’intera stagione estiva. Inoltre abolire la tassa di occupazione del suolo pubblico per tutta la stagione estiva a tutte le attività del nostro comune, concedendo anche il raddoppio dell’occupazione attuale per facilitare il distanziamento di sicurezza”.

Contenuto e motivazioni dell’atto di indirizzo

“La grave crisi che stiamo vivendo dovuta al Coronavirus ha messo in ginocchio gran parte del nostro tessuto economico. Dobbiamo trovare progressivamente risposte a tutte queste emergenze, partendo da singoli punti e mattone dopo mattone ridare vita e speranza alla nostra città – affermano i consiglieri - Una dei tanti settori che ha subito un duro colpo è quello dei bar e della ristorazione. La lunga chiusura e le misure sanitari prossime di contenimento rischiano di penalizzare e mettere a rischio molte di queste”.

“Per questo riteniamo che sia necessario dare un contributo a chi per anni pagando tasse su tasse ha dato ossigeno alla nostra comunità. La stagione estiva ha sempre rappresentato una boccata di ossigeno per le casse di tali attività, tuttavia quest’anno potrebbe non bastare”.

“Molti locali – ricordano - dispongono di pochi spazi esterni o addirittura nessuno. La tassa per l’occupazione del suolo pubblico non è più ammortizzabile per le recenti restrizioni. Per questo chiediamo al comune di annullare la tassa di occupazione del suolo pubblico almeno per tutta l’estate, raddoppiando lo spazio di esercizio quando possibile.

Inoltre per aiutare e rilanciare la nostra città chiediamo di disporre aree di proprietà comunale, piazze, vie, parchi a chi ne faccia richiesta pur non essendo anche attigue a tali attività. In modo tale potremo non solo dare ossigeno a tali attività – concludono i consiglieri del Movimento Cinque Stelle - ma rilanciare anche intere zone di Terni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento