Né stipendio, né “cassa”: i lavoratori di Terny Industry restano con un pugno di mosche

L’azienda non riesce ad attivare la procedura con Inps per l’erogazione degli ammortizzatori sociali, salari bloccati da inizio agosto. Allarme dei sindacati

Niente stipendi né ammortizzatori sociali, il “paradosso” di Terny Industry. L’allarme sulla situazione che viene vissuta dai lavoratori della ex Neofil nel sito Polymer viene lanciato Filctem Cgil e Femca Cisl che parla di “ennesima difficoltà emersa negli ultimi mesi” in quanto i dipendenti “non percepiscono retribuzione dai primi giorni di agosto, a causa di problemi con l’erogazione della cassa integrazione straordinaria.

Attualmente – ricostruiscono i sindacati - la Terny Industry ha presentato richiesta di concordato al giudice. A causa della concomitanza di diversi fattori però, l’azienda non riesce ad avviare l’iter con l’Inps per l’accesso agli ammortizzatori sociali per i propri dipendenti. I conti correnti sono bloccati e la società di consulenza del lavoro che serviva la Terny Industry ha comunicato l’abbandono per insolvenza del proprio committente. Di certo, l’ente previdenziale non è responsabile di tale inconveniente: la situazione organizzativa, economica e finanziaria dell’azienda non è facile. Questa serie di eventi, uniti a problematiche tecniche nonché alla sottovalutazione del problema da parte della direzione aziendale, si è rovesciata sui lavoratori che si trovano senza stipendi e senza l’indennità di cassa integrazione”.

Lavoratori che già da alcuni mesi “non percepivano le dovute spettanze”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Filctem e Femca si sono dunque attivati, individuando un nuovo consulente e mettendolo in contatto con azienda ed ente previdenziale, senza però avere ottenuto ancora un esito positivo della vicenda. “Occorrono ancora dieci giorni, a detta del consulente e dell’azienda, per risolvere la problematica tecnica ed inviare i modelli all’Inps. Visto il protrarsi dei tempi, non ci è rimasto altro che spiegare le nostre posizioni a tutte le figure preposte alla gestione del concordato di Terny Industry, in questo momento nella fase di valutazione da parte del giudice. Se nei tempi indicati non si risolvessero le problematiche, procederemo per vie legali a tutela dei lavoratori, i quali risultano essere i più penalizzati da questa situazione non più sostenibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento