rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Economia

Se potessi avere… diecimila euro al mese: ecco dove vivono i “paperoni” del Ternano

Parrano è il comune con la più alta concentrazione di “ricchi”, a Terni i contribuenti che dichiarano oltre 120mila euro l’anno sono 451. Ma ci sono anche 13 nullatenenti. Ed è l’unico caso della provincia

Mille lire al mese, nel 1939 – anno di uscita dell’omonimo singolo di Gilberto Mazzi – erano un patrimonio. Tant’è vero che l’autore parlava della possibilità di comprare “gemme d’oro” e di avere “tutta la felicità”. Al cambio di oggi, con cinquanta centesimi scarsa si possono avere un paio di caramelle. O poco più.

Diecimila euro al mese, al contrario, è l’ultima colonna con cui il dipartimento delle finanze disegna la mappa delle dichiarazioni dei redditi in Italia. Si entra, insomma, nel mondo dei ricchi. O almeno, di quei ricchi che la dichiarazione dei redditi la fanno. E a scorrere quelle statistiche – relative al 2022, ossia all’anno di imposta 2021, qualche sorpresa viene fuori.

Ad esempio, si scopre che il comune con più benestanti – diciamo così – della provincia di terni, è Parrano. Poco meno di cinquecento anime (488 residenti stando ai dati Istat aggiornati al primo gennaio 2023, che secondo Wikipedia scendono a 485) e 386 contribuenti a fronte di 4 persone che dichiarano un reddito superiore a 120mila euro l’anno. Ossia, un “paperone” ogni 96 contribuenti.

Nessun comune nella provincia di Terni riesce a fare meglio. A Terni, per dire, a dichiarare un reddito pari o superiore a diecimila euro l’anno sono 451 contribuenti, ossia uno ogni 173.

Nella classifica dei comuni d’oro, sempre in base alle statistiche del dipartimento delle finanze, compiaiono anche Porano (altro municipio dell’Orvietano) con un “paperone” ogni 100 contribuenti, poi Penna in Teverina, nell’Amerino, con un ricco ogni 105 contribuenti, poi ancora Orvieto (uno ogni 130) e infine San Gemini: qui a dichiarare un reddito superiore a 120mila euro sono in 27 su un totale di 3.545 contribuenti.

Terni, in proporzione, non sta messa benissimo: gli over 120mila/anno sono uno ogni 173 contribuenti. Alla città dell’acciaio spetta però un altro primato: è l’unico comune della provincia ad avere alcuni contribuenti (13) che dichiarano zero o addirittura un reddito negativo. In Umbria, comunque, sono soltanto tre i comuni con questo “primato”: oltre Terni, ci sono Perugia (16 redditi a zero) e Marsciano (4).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se potessi avere… diecimila euro al mese: ecco dove vivono i “paperoni” del Ternano

TerniToday è in caricamento