Cresce l'economia "ternana" di San Valentino: 800 aziende. "Nel nome del Patrono leghiamo lo sviluppo della città""

La Camera di Commercio di Terni parla di crescita nei settori legati al Santo degli Innamorati. Le novità per il secondo Festival Terre di San Valentino: vino, food e artigianato di qualità

San Valentino, sopratutto a Terni, porta bene non solo agli innomorati ma anche all'economia del capoluogo e provincia. La festa del Patrono e degli innamorati è insieme al Carnevale un appuntamento fondamentale per le sorti di ben 800 imprese ternane attive nei settori interessati dalla festa degli innamorati: si contano complessivamente 577 ristoranti, 109 fioristi 54 negozi di preziosi, 79 negozi di torte, dolciumi, confetteria, pasticcerie e gelaterie e 50 attività di commercio al dettaglio di articoli da regalo, tra cui bigiotteria e oggetti dell’artigianato. ù

"Se si considera - hanno spiegato dalla Camera di Commercio di Terni - l’andamento del numero delle imprese registrate, il trend di questi comparti commerciali non ha conosciuto flessioni, ma un incremento piuttosto interessante. Negli ultimi dodici mesi, in particolare al terzo trimestre 2019 la variazione in positivo è piuttosto marcata passando le imprese legate al business di San Valentino dalle 710 del terzo trimestre 2018 alle 869 registrate un anno dopo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giorno del Patrono, grazie al secondo Festival Terre di San Valentino, sarà anche la vetrina ideale per le imprese enogastronomiche e dell’artigianato locale che potranno far conoscere i loro prodotti con punti di esposizione e vendita che si snoderanno tra Piazza Tacito, Corso Tacito e p.zza Europa. “Con il progetto Terre di San Valentino stiamo cercando, insieme al Comune e alla Fondazione Carit - ha sottolinea il Segretario generale, Giuliana Piandoro -  di legare strettamente il nome del Santo Patrono di Terni al territorio circostante per costruire una direttrice di sviluppo, quella turistica, che può dare risultati interessanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento