rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Meteo

"Rigurgito" d’inverno, poi il sole. Ma non è ancora primavera: le previsioni meteo

Lunedì con qualche debole pioggia e maltempo, da martedì il miglioramento con temperature anche sopra la media del periodo. Fine settimana a rischio: i dettagli

Dopo una domenica in gran parte soleggiata e con temperature primaverili, l’inizio della settimana sarà caratterizzato da un peggioramento del tempo sull’Italia. Colpa di un fronte freddo che si estenderà fino all’Europa centrale, dove porterà un rigurgito invernale. “Ma da noi – spiega Carlo Migliore, meteorologo di 3bmeteo.com - quel freddo non arriverà, anche se i contrasti con la massa d’aria mite primaverile presenti sulla Penisola saranno sufficienti a stimolare la formazione di rovesci e temporali che localmente potranno essere anche intensi e grandinigeni. Le zone più esposte saranno quelle adriatiche ma avremo nubi e qualche isolato fenomeno anche sulla fascia tirrenica”.

Per quanto riguarda in particolare il centro della Penisola, le previsioni parlano di “nuvolosità diffusa sulle regioni tirreniche con qualche debole pioggia a carattere intermittente. Dal pomeriggio nubi in aumento sul versante Adriatico con tendenza a rovesci e temporali entro sera sulle Marche in estensione poi anche all’Abruzzo. I temporali potranno essere localmente intensi e associati a grandinate. Migliora ovunque nel corso della notte”.

Dopo il passaggio di questo veloce fronte freddo, la pressione sull’Italia tenderà nuovamente ad aumentare. “Il successivo tentativo da parte delle correnti atlantiche di tornare a interessare il nostro Paese sarà infruttuoso, perché l'ondulazione tenderà a scivolare verso la penisola iberica. Il tutto si tradurrà in un modesto disturbo che potrà portare nella giornata di mercoledì degli annuvolamenti e qualche isolato fenomeno al nordovest e sui settori prealpini. Tra giovedì e venerdì – proseguono gli esperti - il nocciolo di aria fredda di matrice artica si sposterà ulteriormente verso est, mentre il piccolo minimo iberico continuerà a scivolare verso sud, richiamando correnti calde sul Mediterraneo centrale. In queste due giornate, il tempo sull'Italia sarà ancora stabile e prevalentemente soleggiato pur con qualche disturbo legato all’aria molto umida che potrà portare degli annuvolamenti sull’area tirrenica e qualche foschia o banco di nebbia sulle pianure durante la notte. Le temperature tenderanno ad aumentare ulteriormente portandosi abbondantemente al di sopra delle medie stagionali”.

Nel frattempo, sull’Atlantico si assisterà a una rimonta anticiclonica che determinerà la discesa di aria fredda di matrice polare sul comparto anglosassone e scandinavo. “Questa saccatura fredda, potrà avere una storia importante sull’Italia nel corso del weekend. I modelli sono abbastanza concordi nel vedere un suo approfondimento sull’Europa occidentale. Se la tendenza verrà confermata, il tempo tenderà a peggiorare sensibilmente sulla Penisola con l’arrivo di un’intensa perturbazione in grado di portare forte maltempo a partire dalle regioni centro settentrionali”.

“In una prima fase – concludono da 3bmeteo.com - si assisterebbe anche ad un considerevole aumento della temperatura sulle regioni centro meridionali con la possibilità di vedere valori ragguardevoli per il periodo, persino prossimi ai 27/28°C sulla Sicilia. Naturalmente tutto ciò andrà rivalutato sulla base delle nuove emissioni modellistiche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rigurgito" d’inverno, poi il sole. Ma non è ancora primavera: le previsioni meteo

TerniToday è in caricamento