rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Notizie dall'Umbria

Il bimbo non respira, la stradale scorta l’auto dei genitori nel traffico fino all’ospedale

Intervento degli agenti della Polstrada di Todi nei pressi di Torgiano. Il piccolo era in braccio alla mamma che piangeva disperata. La corsa a sirene spiegate e l’arrivo in ospedale

Il bimbo non respira, la polizia stradale scorta l’auto dei genitori nel traffico fino all’appuntamento con l’ambulanza. Gli agenti della Polstrada di Todi erano impegnati nei servizi di controllo per l’esodo di Ferragosto, quando lungo la E45, a Torgiano, nei pressi di un’area di servizio, un’auto si ferma e chiede il loro aiuto. Alla guida il papà di un bimbo di 4 anni che non respira, in braccio alla madre, che piangeva disperata.

I poliziotti allertano l’ospedale di Perugia e richiedono un’ambulanza, ma vista la gravità della situazione decidono di scortare, nel traffico, l’auto dei genitori fino all’incontro con il 118, che avviene a San Vetturino, a pochi chilometri dall’ospedale.

Grazie alla gestione interattiva della sala operativa della polizia stradale e di quella del 118 è stato possibile coordinare I Quattro mezzi coinvolti e consentire il soccorso sanitario.

L’ambulanza e il personale medico-sanitario hanno preso in carico il bambino e prestato sul posto le prime cure, per poi trasportarlo in ospedale, dove il bimbo è stato dichiarato fuori pericolo.

“L’abbraccio che gli agenti hanno ricevuto dai genitori del bimbo – fanno sapere dalla Polstrada - è la più grande ricompensa ricevuta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo non respira, la stradale scorta l’auto dei genitori nel traffico fino all’ospedale

TerniToday è in caricamento