rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Notizie dall'Umbria

Umbria, 60enne sotto processo per stalking “Ti ho quasi ucciso una volta, appena finisce il processo e vedrai”

L'imputato, non nuovo a comportamenti del genere, è accusato di minacce ad un uomo, alla moglie e alla figlia

“Ti ho quasi ucciso una volta, appena finisce il processo e vedrai”. Un 60enne di Città di Castello, difeso dall’avvocato Michele Cancellieri, è finito sotto processo per stalking nei confronti di una coppia di vicini. Secondo l’accusa li avrebbe molestati e perseguitati per quasi quattro anni, incurante del fatto di essere già sotto processo per altri reati commessi sempre a danno della coppia.

L’uomo è accusato di “avere reiteratamente molestato, con ingiurie verbali e a mezzo gesti (sputi ed alzata di dito medio) e minacciato di morte ed altri mali” un vicino e la moglie, proferendo la frase “già stavo per ammazzarti una volta, aspetto che finisce il processo e che sia passato un po’ di tempo e sarete morti tutti e tre (riferendosi anche alla figlia …), tu e quelle put… che hai in casa”.

Condotte moleste e intimidatorie che avrebbero impedito “ai destinatari delle offese di svolgere serenamente le proprie attività quotidiane e, comunque, ingenerando negli stessi un permanente stato di ansia e paura e un fondato timore per la propria incolumità fisica e psicologica”.

Episodi avvenuti nell’arco di un periodo che va dal 2013 al maggio del 2017. Le persone offese si sono costituite parte civile tramite l’avvocato Eugenio Zaganelli. L'uomo è stato condannato a 2 anni e 3 mesi di reclusione, al pagamento di una provvisionale di 25mila euro (il risarcimento da decidere in sede civile) e al pagamento delle spese processuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, 60enne sotto processo per stalking “Ti ho quasi ucciso una volta, appena finisce il processo e vedrai”

TerniToday è in caricamento