rotate-mobile
Politica

Elezioni a Terni, il Partito Democratico affonda il colpo: “Senza bilancio si mette a rischio la città”

Conferenza di fine mandato del gruppo consiliare. Stoccate di Filipponi al centrodestra: “Oltre trenta cambi di casacca. Se candidano l’ex senatrice Alessandrini, chi lo dice a Masselli? L’aula deserta di lunedì una pagina vergognosa”. Spazio anche alla situazione nel centrosinistra

L’appuntamento è stato quello della conferenza sul bilancio di fine mandato amministrativo del gruppo consiliare. Ma, visto il clima e l’imminente chiamata alle urne, stoccate e delucidazioni in vista del voto non sono di certo mancate. A palazzo Spada, i consiglieri Francesco Filipponi e Tiziana De Angelis (Pd) hanno tratto il bilancio del lavoro svolto dal gruppo consiliare nell’ultimo quinquennio. L’attenzione, però, più che sui numeri è stata per lo scenario politico che va di giorno in giorno delineandosi in vista della partita elettorale. Ed ecco arrivare i primi colpi di Filipponi: “Lunedì, al Consiglio convocato per l’approvazione del Dup, si sono presentati solo quattro consiglieri del centrodestra su ventidue. Una pagina vergognosa, che mette a rischio l’intera tenuta della città”.

Il quadro del centrodestra disegnato dal consigliere Dem passa anche per i cambi di casacca e per il totonomi sul prossimo candidato sindaco: “Ai trentuno cambi di casacca della maggioranza se ne aggiungerà un altro, ovvero quello del sindaco Latini. Sembra che il centrodestra possa candidare l’ex senatrice Alessandrini. Chi lo dice, però, a Masselli, con Fratelli d’Italia che aveva già prenotato la sala consiliare per la presentazione di sabato 25 marzo?”. 

De Angelis, invece, punta su sanità, sicurezza e sociale: “L’attuale amministrazione non ha mai saputo difendere la sanità locale. Per quanto riguarda la sicurezza abbiamo periferie abbandonate e controlli assenti, con il ruolo della polizia legato più a elevare sanzioni che a controllare il territorio. Inoltre associazioni, persone con difficoltà e giovani. Tutti esclusi mentre noi crediamo in una città inclusiva”, 

In aula, seduti in fondo, Pierluigi Spinelli, segretario comunale Pd, l’ex sindaco Paolo Raffaelli e il consigliere regionale Fabio Paparelli. In visita anche Federico Pasculli (M5s), e Alessandro Gentiletti (Senso Civico). Così la situazione relativa al campo largo, a oggi un miraggio, entra in scena. Filipponi ribadisce la candidatura votata dal Pd in assemblea del professor Kenny. Su un eventuale fronte comune in caso di ballottaggio, niente di nuovo sotto il sole mentre sullo sfondo si nota tra i presenti l’uscita di Spinelli dall’aula prima della chiusura di conferenza. Meno di due mesi alla chiamata alle urne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Terni, il Partito Democratico affonda il colpo: “Senza bilancio si mette a rischio la città”

TerniToday è in caricamento