NarniToday

Rifiuti, la scommessa di Narni: si paga per quanto si produce, via alla tariffa puntuale

Nel 2019 cominciano le simulazioni per l’introduzione delle nuove bollette. Ambiente, da domani si piantano 900 alberi fra il centro storico e lo scalo

Narni comune riciclone e verde. Arrivano infatti novità sia dal punto di vista della gestione dei rifiuti che da quello della cura dell’ambiente.

Dal 2019 inizieranno le simulazioni pratiche per l’applicazione della tariffa puntuale per i rifiuti. Ad annunciarlo è l’assessore comunale all’ambiente, Alfonso Morelli, che ricorda gli impegni assunti dall’amministrazione per regolare in futuro il calcolo della tariffa in base a quanto effettivamente prodotto. “Stiamo procedendo insieme a tutta la provincia in maniera graduale - spiega - così da avere il giusto tempo per la redazione di un regolamento ben equilibrato e applicabile per la nostra realtà. In questo 2018, con il coordinamento del sub Ambito 4 dell’Auri e con l’Asm Terni abbiamo iniziato la predisposizione del nuovo modello adeguando i mezzi e le attrezzature in dotazione agli operatori per la lettura dei codici dei contenitori, la verifica delle banche dati delle utenze e le prime prove di controllo operativo del software in dotazione”. Sempre Morelli sottolinea poi che il nuovo sistema si inserisce nel solco delle azioni positive che hanno permesso anche quest’anno a Narni di ottenere il riconoscimento di “Comune Riciclone” per gli enti sopra i 20mila abitanti.

“Un risultato - dichiara - che consolida una gestione virtuosa dei rifiuti urbani e ci pone insieme a tutta la provincia di Terni tra le realtà più importanti del centro Italia. Queste – conclude – sono le premesse per l’applicazione della tariffa puntuale basata sul principio di chi più inquina più paga”.   

E da domani cominceranno invece le operazioni per la messa dimora di 900 nuovi alberi fra il centro storico e lo scalo. Si tratta soprattutto di lecci, ornelli, alberi di Giuda e aceri campestri. A farlo sarà il Comune che ha individuato le zone dove piantare le nuove alberature che sorgeranno allo scalo al parco comunale e nelle vie adiacenti, negli spazi verdi delle scuole, in via Tuderte, in via Norma Cossetto, a piazza Blasetti e piazza Gassman. Al centro storico invece le aree saranno via Feronia e intorno alla Rocca Albornoz. Il progetto di forestazione, rende noto il sindaco Francesco De Rebotti, è sostenuto da E.On Energia col supporto tecnico di AzzeroCO2.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento