rotate-mobile
Orvieto Orvieto

Orvieto terza meta turistica dell'Umbria, nel 2023 crescono arrivi e presenze

Rispetto al 2022, +5,4% di arrivi e +6,2% di presenze. Segni positivi anche per il Comprensorio

Il 2023 si chiude con il segno più per il turismo a Orvieto. La Regione Umbria ha diffuso le statistiche annuali relative all’andamento dei flussi turistici nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere. Nel 2023 Orvieto ha fatto registrare complessivamente 154.933 arrivi (+5,4% rispetto al 2022) e 290.128 presenze (+6,2%), dato che consolida la città come terza destinazione dell’Umbria dopo Assisi e Perugia.

Nel dettaglio continuano a crescere i visitatori stranieri che nell’anno da poco concluso hanno fatto registrare un +21,8% di arrivi (60.035) e un +20,3% di presenze (131.966). Flessione per i turisti italiani con 94.898 arrivi (-2,9%) e 158.162 presenze (-3,3%). La permanenza media nel 2023 è stata di 1,87 giorni, con un aumento dello 0,5% rispetto all’anno precedente, che diventa di 2,2 giorni per gli stranieri e 1,67 giorni per gli italiani.

Anche per il Comprensorio Orvietano il 2023 è stato un anno positivo. Sono stati complessivamente 205.500 gli arrivi (+6,1%) e 443.672 le presenze (+7%). Sostanzialmente stabili rispetto al 2022 i numeri degli italiani con 130.492 arrivi (-0,2%) e 234.026 presenze (-0,2%). Per quanto riguarda gli stranieri invece aumentano del 19,2% gli arrivi (75.008) e del 16,4% le presenze (209.646). I flussi nel Comprensorio stanno tornando ai livelli pre pandemia. Rispetto al 2019, infatti, le presenze fanno registrare il +0,5% mentre gli arrivi segnano un -8,9%. Sul dato complessivo pesa ancora la flessione che riguarda gli stranieri con -26% di arrivi e -9,4% di presenze, solo in parte recuperato dall’aumento degli arrivi (+4,9%) e delle presenze (+11,3%) tra gli italiani, confermando come i territori come quello Orvietano o quello Tuderte maggiormente interessati da un turismo straniero e in particolare proveniente dagli Usa siano stati tra i più penalizzati dalla pandemia.

Nell’analisi dei dati per tipologia di struttura di accoglienza, nell’Orvietano nel 2023 sono stati 110.916 gli arrivi (+9,3% rispetto al 2022) e 295.301 le presenze (+9,6%) negli esercizi extralberghieri mentre 94.584 gli arrivi (+2,5%) e 148.731 (+2,3%) le presenze negli esercizi alberghieri. Nel confronto con il 2019 crescono del 19,6% gli arrivi e del 15,5% le presenze nelle strutture extralberghiere, calano del 28,8% gli arrivi e del 20,2% le presenze nelle strutture alberghiere, dato condizionato anche qui in particolare dalla diminuzione dei turisti stranieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orvieto terza meta turistica dell'Umbria, nel 2023 crescono arrivi e presenze

TerniToday è in caricamento